Italiani all’estero, Bueno (USEI): bene Bonino, più collaborazione fra Italia e Brasile

"Il piano di investimenti delle aziende italiane deve essere un volano per le economie dei paesi all’estero e mi auguro che possano realizzarsi dei rapporti di interscambio anche tra il Brasile e l’Italia dove ci sono molte risorse e la volonta’ comune di realizzarle". Lo ha detto Renata Bueno, eletta in Sud America con l’USEI (Unione Sudamericana Emigrati Italiani) e membro della componente MAIE (Movimento associativo italiani all’estero) alla Camera dei Deputati.

Bueno, che fa parte della commissione Esteri della Camera, durante l’audizione del ministro Emma Bonino ha sottolineato: “Gli imprenditori brasiliani sono favorevoli a realizzare impresa puntando su quello che da sempre e’ il marchio di qualita’ dei servizi che le imprese italiane offrono. Le parole del ministro Bonino sono state anche uno stimolo alle nuove generazioni che vivono all’estero e di cui io sono l’espressione avendo origini italiane, che devono rappresentare la continuita’ ma anche il futuro, e devono collaborare per lo sviluppo di future risorse e investimenti".

"Auspico – ha continuato Bueno – che la positiva sinergia da sempre esistente tra il mio Paese, il Brasile, e l’Italia, possa crescere e trovare ampi spazi di convergenza e si possa collaborare per lo sviluppo di entrambe le economie nell’affrontare i temi della sicurezza, ho anche presentato un’interrogazione al ministro degli esteri e una Pdl per sollecitare al governo la ratifica del trattato tra l’Italia e il Brasile firmato dai due paesi il 28 marzo 2008 in materia di trasferimento delle persone condannate affinche’ queste possano scontare la pena nel loro paese d’origine. Ho apprezzato molto quanto sostenuto dal ministro nel corso del suo intervento e sono certa che ci saranno le condizioni ottimali per una futura degna rappresentanza dell’Italia all’estero".