Imu italiani all’estero, schiaffo del governo: l’esenzione non vale per i pensionati Inps

Ci avevano fatto una testa così, i deputati del Partito Democratico eletti all’estero. “Il governo ascolta gli italiani nel mondo”, “Renzi risolve i problemi degli italiani all’estero”, “il Pd finalmente dà risposte sul tema Imu”: erano solo canzonette. Ci avevano spiegato che i pensionati italiani residenti all’estero non avrebbero più dovuto pagare, da quest’anno, l’ingiusta e antipatica tassa sulla loro prima e unica casa in Italia. Il trucco sta nella parola “pensionati”. Come dimostrare di esserlo?

L’interrogativo se lo sono posto, a un certo punto, anche Laura Garavini e compagni. Che dunque hanno presentato una interrogazione al ministro sul tema. Cosa ha risposto il governo? I pensionati iscritti all’AIRE che possono chiedere l’esenzione dal pagamento dell’IMU per l’unica casa posseduta in Italia sono quelli che ricevono una pensione (di vecchiaia, di invalidità o come superstiti) da parte di un ente previdenziale straniero. Capito? Non dall’Inps, non da un ente previdenziale italiano, ma da un ente straniero.

Per i pensionati iscritti all’AIRE che ricevono la loro pensione dall’Inps non c’è, allo stato, la stessa possibilità. Loro saranno obbligati a pagare l’Imu, come tutti gli altri italiani residenti oltre confine.

Altra beffa, da parte dell’esecutivo. E siamo certi che in ogni caso gli eletti dem abbiano agito in buona fede. Siamo sicuri che anche loro fossero convinti del fatto che i pensionati Inps sarebbero stati esenti. Invece no, per il governo non è così. Ora, se sono certamente tantissimi i pensionati italiani nel mondo che ricevono la propria pensione da un ente previdenziale italiano, sono molti ma molti di meno quelli che la ricevono da un ente previdenziale straniero. Senza contare che la pensione è un lusso, in certi paesi del mondo. Diverse nazioni non la prevedono nemmeno, pensiamo ad alcuni stati del Centro America o dell’Africa o dell’Asia.

Dunque, cosa è stato tutto questo cantare vittoria? Quello del governo non si può nemmeno più considerare un contentino. Questo è uno sputo. Uno sputo in faccia a milioni di connazionali nel mondo. Ancora una volta presi a schiaffi da questo esecutivo. Purtroppo.

Twitter @rickyfilosa