Immigrati, Storace (La Destra): buttiamo miliardi, altro che spending review

"Il governo minaccia sfracelli fiscali e tagli di ogni genere perche’ deve obbedire all’Europa. Per restare in questo maledetto vincolo del 3% tra deficit e prodotto interno lordo, Renzi deve tosare contribuenti e affamare dipendenti dello Stato, degli enti locali, pensionati, massacrare scuola e sanita’. Decine di miliardi di euro. Eppure c’e’ – e’ il caso di definirla cosi’ – una frontiera che nessuno si azzarda a valicare, ed e’ quella riguardante il business dell’immigrazione. "E come si fa a tagliare", cantano le anime belle e snob che dipingono l’Italia come Bengodi al terzo e quarto mondo…. Preoccupazioni che non hanno quando la mannaia si deve abbattere su un pensionato, un poliziotto, un insegnante, un qualsiasi dipendente del sistema Italia. O anche un lavoratore autonomo assoggettato al sadismo degli studi di settore". Lo dice il leader de La Destra Francesco Storace sul sito del partito.

"Si faccia dare le cifre, Renzi, tra un soggiorno e l’altro nella costosa suite versiliana dove trascorre le sue vacanze d’oro. E scoprira’- aggiunge Storace – che buttiamo due miliardi per contrastare (evidentemente male) l’ingresso dei clandestini: l’Europa ci restituisce appena 300 milioni all’anno. Vuoi fare spending review per davvero, presidente del Consiglio? Chiedi al dormiente ministro della Giustizia, Andrea Orlando, quanto ci costano i detenuti stranieri".