Il disprezzo per la vecchia politica fa vincere i 5stelle – di Ricky Filosa

Il risultato delle elezioni amministrative parla chiaro: quella del Movimento 5 Stelle, in particolare in città come Roma e Torino, è una vittoria netta, come ha riconosciuto anche il premier e segretario Pd Matteo Renzi. E se è vero che tanti elettori di destra hanno deciso di sostenere i candidati grillini pur di non votare gli uomini di Renzi, è vero anche che il M5S rappresenta sempre più la rabbia e la protesta dei cittadini, ma anche una voglia di cambiamento radicale. Del resto, il sentimento comune a tanti elettori è giustificato dagli esempi poco edificanti di molti politici, rappresentanti del popolo che hanno la capacità di dare solo il peggio di se stessi.

Consiglieri regionali protagonisti più e più volte di ruberie colossali, soldi pubblici che vengono spesi per scopi privati. Ci si compravano persino le mutande, con i soldi dei contribuenti. A Roma con Mafia Capitale il fango è stato sparso per tutta la città. Relazioni pericolose tra politica, imprenditori e criminalità. Non si finisce mai di leggere o ascoltare episodi che coinvolgono politici sorpresi con le mani nella marmellata.

Senza contare che i partiti tradizionali non hanno saputo rispondere alla richiesta di taglio dei costi della politica che da anni arriva da parte della gente. Per gli italiani i parlamentari sono sempre troppi e guadagnano sempre molto più di quanto si meriterebbero. La riforma costituzionale di Renzi eliminerà i senatori, ma i deputati resteranno oltre 600 e continueranno a ricevere ogni mese 15mila euro circa. Giusto o no, davvero troppi per la pubblica opinione, per quelle persone che si spaccano la schiena tutti i giorni per mille euro al mese.

Logico che di fronte a un movimento come quello fondato da Beppe Grillo, relativamente nuovo e fresco, incazzato quanto basta nei confronti dei Palazzi, un elettore si senta incoraggiato a dargli fiducia, stanco com’è di tanta cattiva politica. Vedremo come i sindaci M5S governeranno due grandi città come Torino e la capitale d’Italia. Oggi hanno avuto la fiducia di tanti, domani sapranno ben ripagarla? Il tempo darà risposte. Auguri.

Twitter @rickyfilosa