GP Brasile, Hamilton il più veloce nelle seconde libere. Settimo Vettel

Vettel: "Oggi giornata non facile. La pista scivolosa, le temperature altissime, credo che tutti fossero in difficoltà con le gomme e non era facile trovare il ritmo"

Lewis Hamilton si conferma il più veloce anche nelle seconde libere del Gp del Brasile di F1 in programma domenica sul circuito di Interlagos, penultima prova del mondiale di Formula1. Il pilota della Mercedes ha chiuso col tempo di 1’12”271 con 30 millesimi di vantaggio sul compagno di squadra Nico Rosberg. Terza la Williams di Valtteri Bottas a quasi mezzo secondo. Quarta l’altra Williams di Felipe Massa in ritardo di 0”581. Poi le due Red Bull di Ricciardo (+0”557) e Verstappen. Chiudono con il settimo ed ottavo tempo Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen rispettivamente a 731 e 776 millesimi da Hamilton. Nona la Force India di Nico Hulkenberg, decima la McLaren di Fernando Alonso.

Settimo tempo per Sebastian Vettel al termine di un venerdì di lavoro nelle libere in preparazione del GP del Brasile di domenica. “Penso che oggi sia stata una giornata non facile. La pista scivolosa, le temperature altissime, credo che tutti fossero in difficoltà con le gomme e non era facile trovare il ritmo” spiega il campione tedesco della Ferrari. “Per noi e’ andata meglio sui long run: non ho fatto caso agli altri, ma mi sentivo piu’ a mio agio man mano che accumulavo giri. Nel complesso abbiamo provato molte cose e adesso dobbiamo capire quali sono le migliori, ma verso fine sessione la situazione e’ migliorata: ho trovato il ritmo, a differenza di quanto era accaduto nei giri veloci, dove non ero molto contento. La buona notizia di oggi e’ che i distacchi sono ravvicinati. La Mercedes di sicuro e’ un po’ piu’ avanti, come potevamo attenderci, ma a parte questo, se le cose restano cosi’, promettono bene per domani”.

Kimi Raikkonen chiosa: “È stato un venerdì non semplicissimo, abbiamo avuto qualche problemino, è difficile trovare un buon assetto, non ci siamo ancora ma stiamo andando nella direzione giusta, domani andrà meglio”.