Governo Monti, ma quali tagli? Solo a famiglie e imprese – di Marco Chierici

Non vi sono dubbi, a mio parere, sull’inefficienza del governo Monti in materia di taglio della spesa pubblica. Non parliamo delle scorte e delle auto blu rimaste invariate o quasi a livello nazionale (costo enorme nella sua interezza), ma di altri costi ancora più vergognosi.

Palazzo Chigi, ad esempio, mi risulta che abbia circa quattromila dipendenti e tremila consulenti. Se le notizie che leggo oggi da un giornale non sono frutto di pura invenzione, siamo al primo posto al mondo per il dato su indicato. Stesso primato mondiale per il livello di tassazione. Il ministero delle Finanze italiano ha otto volte il numero dei dipendenti degli stessi dicasteri degli Stati Uniti e del Giappone e dati simili si possono trovare per molti altri ministeri ed enti pubblici. E il governo ci vuol far credere di aver fatto tutto il possibile? Balle!

No, non ci siamo professori della Bocconi, i tagli li avete fatti ancora una volta al potere di acquisto dei salari e degli stipendi. I tagli li avete fatti spudoratamente ai bilanci della famiglie e delle aziende. I tagli li avete fatti a tutto tranne che alla spesa pubblica. Ma un giorno vicino sarà la popolazione a fare i tagli… io temo anche alle parti anatomiche non baciate dal sole di coloro che hanno portato il Paese allo sfascio.

Aumentando le imposte a "pioggia" avete ucciso ogni iniziativa imprenditoriale e giovanile e creato un clima di pessimismo mai visto da cento anni. La gente si deprime solo guardando un telegiornale. E’ evidente che siamo di fronte ad una incapacità di governare che accompagna l’Italia da sempre, che guida l’Italia da sempre e la dirige alla maniera di Schettino verso il fondo. Purtroppo neanche il nobile impegno di Beppe Grillo (nobile perchè sincero e disinteressato) potrà funzionare, perchè non ha una struttura organizzativa e una gerarchia. Con cittadini impreparati messi nelle stanze dei bottoni, sarebbe una confusione ulteriore.

E’ con amarezza che devo dire ancora una volta di provare vergogna del mio Paese, il quale non mi ha mai dato un centesimo di incentivo per aver creato centinaia di posti di lavoro; mi ha mandato solo imposte, bollettini, controlli e studi di settore come se fossi un delinquente. Sei congruo o non sei congruo… ma lo Stato è congruo?! Se lo stato fosse un cittadino sarebbe all’ergastolo per l’eternità.

Dove ha messo lo Stato le decine di migliaia di euro che io gli ho versato obbligatoriamente per la sanità e la pensione?! Me lo dica lo Stato. Questo è uno Stato che io considero in bancarotta fraudolenta, se non sbaglio un reato penale.