Governo, Meloni (Fdi): larghe intese finite, subito voto con preferenze

 “Ecco i risultati del governo delle larghe intese, che doveva salvare l’Italia dalla crisi: disoccupazione e disoccupazione giovanile a livelli record, aumento delle tasse e dell’Iva, nessuna difesa della sovranità nazionale in Europa sui temi economici e sul piano internazionale per la vergognosa vicenda dei marò. L’esperienza delle larghe intese è fallita: solo governi stabili, sorretti da maggioranze coese e solidali, possono dare alla nostra Nazione quelle risposte coraggiose di cui ha bisogno. Gli italiani hanno diritto di averli e di poter scegliere direttamente quei governi e i propri parlamentari”. E’ quanto scrive su Facebook il presidente dei deputati di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, postando un articolo sui dati relativi alla disoccupazione in Italia rilasciati oggi dall’Istat. ”Fratelli d’Italia – ha aggiunto – chiede ai partiti un sussulto di dignità: l’immediata modifica della legge elettorale – con l’abolizione delle liste bloccate introducendo le preferenze e l’assegnazione del premio di maggioranza in Senato su base nazionale come per la Camera – e il ritorno al voto”.

In accordo con la Lega, Fratelli d’Italia sta raccogliendo le firme, anche tra i deputati di Sel e M5S, per presentare una mozione di sfiducia contro il governo perchè, come spiega Giorgia Meloni in una conferenza stampa alla Camera, "non e’ possibile che si assista alla scena surreale che dopo quello che e’ successo in questi giorni, Letta domani faccia un discorso vago senza arrivare ad un voto davvero chiarificatore. Così – continua – si corre il rischio di trovarsi nella stessa situazione tra una settimana o tra un mese. Nel caso dovesse esserci il voto noi ovviamente non daremmo la fiducia, ma intanto stiamo preparando un mozione di sfiducia e chiediamo a tutte le altre opposizioni di firmarla. Il dibattito va portato in Parlamento".

Per l’esponente di Fdi “questo governo non ha dato nessuna risposta ai problemi del Paese perchè non era in grado di farlo. Per governare serve una maggioranza che sia in grado di farlo, per questo chiediamo al Presidente Napolitano di prendere atto della attuale situazione".