Gay, Salvini (Lega): matrimonio è fra uomo e donna

"Ieri ho visitato a Sebastopoli la flotta militare russa. Ho visto una nave ospedale enorme. Ho pensato che il ministro Alfano potrebbe chiederla in prestito per piazzarla in mezzo al Mediterraneo, per curare gli immigrati e poi rispedirli a casa loro: così potrebbe superare Mare nostrum". Così il segretario della Lega Nord Matteo Salvini in una intervista a La Stampa nella quale replica inoltre direttamente al leader di Ncd: "Lui dice che la Lega è ormai l’estrema destra, ma io intanto mi godo la crescita del mio partito". E sottolinea: "Se si votasse domani mattina, la Lega correrebbe da sola. Magari nei prossimi mesi Fi avrà una linea più netta di opposizione. Al suo interno c’è un dibattito interessante".

Quanto alle unioni gay precisa: "Sono disponibile a ragionare sul riconoscimento di alcuni diritti come l’assistenza ospedaliera e la pensione di reversibilità, ma non transigo sul no alle adozioni e ai matrimoni gay: il matrimonio deve rimanere tra uomo e donna".

Salvini apre sul referendum contro l’euro lanciato da Beppe Grillo: "Tutti i nemici dell’euro sono miei amici. Io ci sto: chiedo a Grillo un incontro ufficiale, ma non solo sull’euro, anche sull’immigrazione e sulla nostra proposta di riduzione delle tasse. Quanto al referendum, la Costituzione italiana non consente di usare questo strumento per i trattati internazionali. Se i 5 Stelle ci dessero una mano a cambiare la Costituzione sarebbe perfetto. Io non ho problemi a dialogare con i 5 Stelle. Ma a Grillo ricordo che sabato porteremo 100 mila persone a Milano contro l’immigrazione mentre i 5 Stelle hanno votato l’abolizione del reato di clandestinità: purtroppo il 90% dei suoi eletti sono di sinistra".