FOTO | Conferenza Italia – America Latina e Caraibi: apre Di Maio, poi presiede Merlo

“Appuntamenti come quello di oggi – sottolinea il Sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo - rafforzano ulteriormente i legami culturali e politici con i diversi Paesi latinoamericani. Più Italia in America Latina, più America Latina in Italia”

Da sinistra: Luigi Di Maio, ministro degli Esteri; Ricardo Merlo e Manlio Di Stefano, Sottosegretari agli Esteri

Si è aperta con l’intervento di saluto del ministro degli Esteri Luigi Di Maio la IX edizione della Conferenza Italia – America Latina e Caraibi, tenutasi oggi al ministero degli Esteri. Il titolare della Farnesina, affiancato – tra gli altri – dal Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo, ha presieduto tutta la prima parte della kermesse, mentre nella sessione pomeridiana, cominciata alle 14.30, a presiedere è stato il Sottosegretario Merlo.

“C’è tanta Italia in America Latina e l’America Latina ha tanto desiderio d’Italia”, dichiara il Sen. Merlo, fondatore e presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero, a margine dell’evento.

“Appuntamenti come quello di oggi – sottolinea l’esponente del governo italiano – rafforzano ulteriormente i legami culturali e politici con i diversi Paesi latinoamericani, senza dimenticare che incontri come questo servono anche per stringere rapporti interpersonali, per confrontarsi da vicino e per cercare insieme soluzioni e idee nuove, tese a combattere fenomeni come la corruzione, che in certe nazioni dell’America Latina è un vero flagello, e a favorire maggiori scambi, oltre che politici e culturali, anche economici e commerciali”.

“L’Italia, unico Paese in Europa ad avere pensato a una conferenza del genere, vuole essere ancora più vicina all’America Latina, con lo sguardo puntato anche ai milioni di italiani ivi residenti: pensiamo soltanto all’Argentina, che ha superato il milione di cittadini con passaporto italiano. Dobbiamo dunque ampliare i contatti e approfondire le relazioni – conclude il Sottosegretario Merlo -: la volontà c’è, la IX edizione di questa conferenza ne è una prova concreta”.