Forza Italia, alla ricerca del centrodestra del futuro. Berlusconi a casa con l’uveite

Domenica Silvio Berlusconi è tornato a parlare dopo settimane di silenzio. Fra le altre cose, ha chiesto ai giovani di partecipare, di entrare nella squadra di Forza Italia e di darsi da fare, perché il partito “ha bisogno di volti nuovi ed energie fresche”. Detto questo, la vecchia guarda non farà nessun passo indietro, ha sottolineato il Cav, ma sarà al fianco delle nuove leve.

La vecchia guardia, tuttavia, comincia a risentire dell’età, almeno di quella anagrafica. A cominciare dallo stesso Silvio che, secondo quanto si apprende, da diverse settimane soffre ancora di uveite. Torna a dar fastidio al Berlusconi l’infiammazione all’occhio sinistro, come avvenne già nel 2013. Il problema negli ultimi giorni sarebbe peggiorato, tanto da costringere l’ex capo del governo a fare di nuovo uso di occhiali da sole. Anche per questa fastidiosa infiammazione all’occhio, il  leader azzurro potrebbe decidere di rimanere ad Arcore per tutta la settimana.

Intanto il dibattito sul centrodestra del futuro continua. "Dobbiamo creare insieme un centrodestra unito, in grado di raccogliere tutte le forze politiche moderate del Paese, perche’ solo se sara’ di nuovo coeso il centrodestra potra’ tornare a vincere", afferma il deputato di Forza Italia Luca Squeri ospite a Tgcom24. "Le primarie – aggiunge – possono essere uno strumento utile, ma non sono un dogma. In cima a tutto resta comunque la speranza che l’Europa dia quanto prima al presidente Berlusconi l’agibilità politica che merita, perchè una volta ottenuta, è lui il candidato ideale. Le primarie non servirebbero".

Nel frattempo si è tenuta lo scorso fine settimana Everest 2014, la tre giorni targata Forza Italia. Annagrazia Calabria, leader di Forza Italia giovani, su Facebook: “Terminata la tre giorni di Everest 2014, desidero ringraziare tutti coloro che sono intervenuti, animando i nostri dibattiti, ma soprattutto i ragazzi del nostro movimento giovanile, che ancora una volta hanno saputo trasformare il loro entusiasmo nel carburante di un progetto di rinnovamento per il Paese e che sono il motore del nostro movimento".

Calabria rivolge “un ringraziamento particolare al presidente Berlusconi, che ci ha fatto sentire la sua vicinanza e ha trasmesso a tutti noi la sua consueta carica, necessaria per proseguire la nostra attivita’ politica e un’opposizione responsabile ma determinata alla ripresa dei lavori parlamentari".