Fiducia a Letta, italiani all’estero protagonisti in Parlamento grazie al MAIE

Italiani nel mondo protagonisti nell’Aula della Camera dei Deputati grazie a Ricardo Merlo, fondatore e presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero. Durante le dichiarazioni di voto sulla fiducia al presidente del Consiglio, Enrico Letta, il deputato eletto nella ripartizione estera Sud America e residente in Argentina, ha parlato della “necessità di avviare una seria politica per gli italiani all’estero, finora totalmente assente”. Bacchettata al governo mica male.

Non è finita qui. Merlo ha voluto sottolineare il fatto che oggi “gli italiani all’estero per l’Italia rappresentano una vera opportunità. Basti pensare al Made in Italy, al turismo di ritorno e a tutto un Sistema Italia all’estero che oggi è in letargo per la mancanza di politiche attive”.

Il presidente del MAIE ha approfittato dell’occasione (il suo intervento è andato in onda in diretta televisiva nazionale) anche per parlare di un tema che milioni di connazionali oltre confine sentono con forza sulla propria pelle, o meglio, nel loro portafoglio: la questione Imu. Per Merlo, il fatto che si parli di eliminare la tassa sulla prima casa in Italia e invece si costringa gli italiani residenti all’estero a pagarla rappresenta “una discriminazione assurda”.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA A RICARDO MERLO

Il deputato più votato all’estero (oltre confine ci sono le preferenze) ha poi parlato di Consolati (nel mondo le sedi diplomatiche continuano ad essere chiuse dalla Farnesina), di Camere di commercio, delle scuole italiane all’estero. A tutti questi temi bisogna dedicare attenzione e muoversi concretamente con “azioni che rimetterebbero in moto il Sistema Italia all’estero, aiutando anche il nostro Paese ad uscire dall’attuale crisi”.

Merlo non si è dimenticato di parlare di politica nazionale, naturalmente. E il tema della Giustizia, su cui da sempre in Italia si dibatte – e a maggior ragione in queste settimane, dopo la conferma della condanna a Berlusconi – è stato uno dei principali del suo intervento: “L’Italia ha bisogno di riforme e di unità nazionale e soprattutto di una riforma della Giustizia che ponga fine alla contrapposizione di una parte dei giudici con una parte politica”, ha detto il deputato MAIE, che citando alcune parole di Papa Francesco ha osservato: “Umiltà e amore per il popolo sono caratteristiche indispensabili per chi governa. Ecco, umiltà una parola troppo spesso assente in questa aula”.

Merlo ha concluso: “date le condizioni politiche, crediamo che questa non sia solo una fiducia ad un Governo: oggi noi siamo pronti a votare a favore la fiducia al nostro Paese, la fiducia alla nostra cara Repubblica Italiana".

Un intervento puntuale, coraggioso, in certe parti persino romantico, svolto dall’On. Ricardo Merlo nell’Aula di Montecitorio. Nessun altro partito ha menzionato gli italiani all’estero. Ancora una volta, all’interno della massima istituzione italiana, in piena diretta televisiva nazionale, le comunità italiane oltre confine sono protagoniste grazie al MAIE.