Festa del Cinema Bulgaro a Roma – di Beatrice Boero

Sbarca nella capitale l’ottava edizione della Festa del Cinema Bulgaro a Roma. La kermesse avrà luogo dal 25 al 31 maggio. Cent’anni di cinematografia bulgara: sarà una grande kermesse, che avrà luogo dal 25 al 31 maggio. La manifestazione, organizzata dall’Istituto Bulgaro di Cultura a Roma, è dedicata al meglio del cinema bulgaro degli ultimi anni, ma anche ai cent’anni di vita di questa interessantissima scuola di cinema. L’happening  animerà dal 25 al 31 maggio 2015 la Casa del Cinema di Villa Borghese.

L’iniziativa fa parte del Mese della Cultura Internazionale promosso da Roma Capitale. La Festa del Cinema Bulgaro, insomma, è una finestra sulle migliori nuove produzioni di una cinematografia con la quale l’Italia da anni, oramai, ha intessuto uno straordinario dialogo. Un anno di particolare significato questo 2015: esattamente cent’anni fa, infatti, aveva luogo la proiezione della prima pellicola bulgara: Il bulgaro è galante di Vasil Gendov.

Questa edizione del Festival, quindi, prevede alcuni titoli fra i più significativi del 2014 come Il giudizio, ultimo lavoro del regista Stefan Komandarev che vede protagonisti Asen Blatechky insieme al serbo Miki Manojlovic (Underground e Gatto Nero Gatto bianco di Kusturica o Il macellaio di Grimaldi). In primo piano anche Il dossier Petrov : uno sguardo intrigante sui temi dell’amicizia e del tradimento durante gli ultimi anni del regime comunista in Bulgaria dello sceneggiatore francese Jean-Claude Carrière (autore della sceneggiatura, fra gli altri, de: La bella di giorno e Quell’oscuro oggetto del desiderio di Bunuel, La cagna di Ferreri, fino a L’ultimo inquisitore di Forman). Ma anche un’approfondita retrospettiva sulla cinematografia bulgara del passato.

La presentazione del format della Televisione Nazionale Bulgara, Le scarpe lucide del cinema bulgaro, sarà l’occasione per proporre dieci tra i film più amati dai bulgari e scelti in questi mesi tramite televoto. Una delle iniziative più fortunate promosse dal celeberrimo programma televisivo bulgaro in occasione del centenario. 

A Roma, quindi, verranno trasmessi alcuni tra i film più amati dai bulgari, selezionati fra cento fra i titoli degli ultimi cento anni. Fra i film prescelti anche alcuni molto noti in Italia, come Corno di capra (1972, Premio Carlovi Vari 1972 e Hugo d’argento a Chicago nel 1973) e Il ladro di pesche di Valo Radev (1964, presentato alla Mostra del cinema di Venezia dello stesso anno).