Expo, menù a 6 stelle per la prima di ‘Villa Lario’ sul lago di Como

Saranno tre le coppie di chef Euro-Toques che si alterneranno ai fornelli sabato 2 maggio, per realizzare il menù della cena d’inaugurazione di Villa Lario Euro-Toques, la location scelta dalla più prestigiosa associazione europea di chef – l’unica riconosciuta ufficialmente dalla UE – per ospitare famiglie reali e autorità da tutta Europa durante i sei mesi di Expo 2015.

E così, dopo il taglio del nastro, la benedizione ufficiale e l’aperitivo all’interno del meraviglioso parco di Villa Lario, gli invitati alla cena – sono attesi, tra gli altri, il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il presidente onorario dell’associazione Euro-Toques, il Maestro Gualtiero Marchesi, lo stilista dei vip Antonio Riva, l’ex Miss Italia Giulia Arena e la showgirl Randi Ingerman – potranno gustare un tris di piatti realizzati da tre coppie di celebri chef.

A partire dal risotto con carotine, zucchine, piselli, caprino della Valsassina e maggiorana, realizzato dal presidente di Euro-Toques International, Enrico Derflingher, insieme a Giacomo Nogara, passando poi alla guancetta di vitello con polenta morbida macinata a pietra unita a croccanti di saraceno e primizie primaverili, realizzati da Gianni Tarabini e Marco Valli, fino al dessert “Mela cioccolato e cannella”, firmato da Claudio Ceriotti e Maurizio Lazzarini.

Villa Lario Euro Toques, inoltre, durante i sei mesi dell’EXPO 2015, sarà sede di importanti eventi legati al mondo dell’arte e della beneficenza, grazie alle collaborazioni con gli artisti Renato Missaglia e Gianni Arosio. Il primo esporrà all’interno della Villa alcuni dei 70 ritratti del progetto “Cuochi a Colori”, che ritraggono i principali chef europei, tra cui Marchesi e Derflingher, padrone di casa della nuova location sul lago di Como. Saranno esposti in villa anche altri sei dipinti del progetto “Donna selvatica che scavalica le colline”, in cui diverse figure femminili sono state inserite all’interno di alcune delle storiche sedi dell’Expo.

I tavoli dell’ebanista lissonese Gianni Arosio, invece, saranno protagonisti di un’asta benefica promossa da Cino Tortorella a favore di Slowfood (“10.000 orti in Africa”), dopo essere stati firmati dai membri delle famiglie reali e dalle autorità che, nei prossimi mesi, saranno ospiti di Villa Lario Euro-Toques.