Elezioni, da Regione Sardegna rimborsi agli italiani all’estero iscritti AIRE

Il 31 maggio si vota in Sardegna per l’elezione del sindaco e il rinnovo dei Consigli comunali in 169 paesi dell’Isola. Complessivamente sono interessati al voto poco meno di 520 mila elettori. L’ufficio stampa della Regione ha comunicato che, per quanto concerne il contributo da erogare in favore dei cittadini emigrati, iscritti nelle liste elettorali dei Comuni della Sardegna, lo stesso è attribuito anche per le consultazioni comunali ai sensi dell’art. 10, comma 6, della legge regionale 9 giugno 1994, n. 27.

Il contributo è "commisurato all’importo effettivamente sostenuto per le spese di viaggio e comunque sino ad un massimo di euro 250,00 per gli elettori che provengono da paesi europei e di euro 1.000,00 da quelli extraeuropei".

Il diritto al contributo spetta agli emigrati all’estero, iscritti all’A.I.R.E. o che abbiano in corso la procedura d’iscrizione attestata dall’Ufficio Consolare dello Stato estero di provenienza. Non hanno diritto al contributo gli elettori che si trovano all’estero per motivi di studio o per lavoro a tempo determinato che non possono per legge trasferire la residenza all’estero. Il viaggio dovrà svolgersi rispettivamente entro i due mesi precedenti il 31 maggio (arrivo al comune sardo) e non oltre i due mesi successivi al medesimo giorno (partenza per lo stato estero).

Il contributo è anticipato dai comuni, nei limite dei rispettivi stanziamenti di Bilancio, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 4, comma 7, della legge regionale n. 12/2013, previa presentazione da parte dei beneficiari di idonea documentazione comprovante le spese di viaggio ammissibili (biglietti, carte d’imbarco, documenti comprovanti la proprietà dell’auto dell’elettore, ecc.).

Pertanto, gli elettori sardi residenti all’estero dovranno rivolgersi al Comune presso il quale intendono recarsi a votare che provvederà a rimborsare il contributo secondo le su richiamate disposizioni normative e previa documentazione giustificativa delle spese sostenute per il viaggio. Il Servizio Elettorale – Direzione Generale della Presidenza – ha provveduto ad emanare idonee istruzioni in materia con le comunicazioni n. 6697 del 14 aprile 2015 e n. 7619 del 24 aprile 2015, rese disponibili sul sito istituzionale della regione nell’apposita sezione dedicata alle elezioni".