Dove si contraggono le micosi di pelle e unghie e come prevenirle

Un'alimentazione adeguata, ricca di vitamina A, C, E e minerali (come il Selenio), insieme a una buona distribuzione delle ore di sonno, costituiscono una armatura necessaria a proteggersi dagli assalti dei nemici silenti della nostra pelle

Quando si parla di infezioni della pelle è impossibile non pensare a disturbi come le micosi, più comunemente conosciute con il termine funghi. Questo fastidioso fenomeno colpisce sia adulti che bambini e, come vedremo, si diffonde principalmente in ambienti umidi.

Ed ecco che in questo articolo cercheremo di approfondirne le cause, i sintomi, le cure e daremo maggiori informazioni su come comportarsi per prevenirle.

Micosi della pelle: come riconoscerle e quando agire

Macchie bianche, arrossamenti, prurito e lesioni sono tra i sintomi più evidenti con cui si manifesta la micosi della pelle. Molti le considerano un’infezione causata esclusivamente dalla semplice presenza di dermatofiti, ma non tutti sanno che questi miceti sono già presenti nella superficie della pelle e che vi albergano in modo del tutto silenzioso, senza essere causa di fastidi.

L’insieme dei fattori che danno luogo alle infezioni fungine possono essere molteplici. Basti pensare ad esempio, all’indebolimento del nostro organismo, oppure all’abbassamento delle difese immunitarie, dovuto a un eccessivo carico di stress, o a una dieta irregolare, unita magari all’abuso di formaggi fermentati e zuccheri. Tutto questo rende il nostro corpo incapace di difendersi dal proliferare di funghi e macchie. In questi casi un monitoraggio costante può agevolare la diagnosi tempestiva di queste infezioni, evitando così la loro cronicizzazione ed estensione. In altre parole, prevenirla è meglio che curarla, soprattutto quando è eccessivamente estesa.

Come difendersi: antimicotici, buona alimentazione e poco stress

Un’alimentazione adeguata, ricca di vitamina A, C, E e minerali (come il Selenio), insieme a una buona distribuzione delle ore di sonno, costituiscono una armatura necessaria a proteggersi dagli assalti dei nemici silenti della nostra pelle.

La prevenzione, quindi, diviene l’unico meccanismo di difesa.  L’inizio di un trattamento medico a base di creme antimicotiche è decisamente molto utile per il trattamento di queste infezioni, come riportato in questa pagina dedicata alle micosi della pelle, tuttavia per evitare di incorrere in problemi di questo tipo si dovrà migliorare prima di tutto lo stile di vita: con questo si intende la ricerca di un miglior equilibrio alimentare e un’attenzione maggiore verso l’igiene dei propri capi d’abbigliamento e degli asciugamani.

Micosi e sport: un connubio evitabile

Calore, luoghi ad alta esposizione di umidità, e scelta di indumenti che non permettono la traspirazione della pelle sono gli elementi principali per la proliferazione dei batteri. Quale posto migliore se non la palestra per favorire un incontro di questi fattori?

Attrezzi ad utilizzo comune come panche, lettini, sdraie o superfici sono i punti più comuni dove si contraggono le micosi cutanee. Per questo motivo è meglio sempre porre su queste superfici un asciugamano personale e ben igienizzato durante l’utilizzo. Allo stesso tempo, la scelta di abiti in fibra naturale aiuta la pelle a non essere esposta ad una situazione di scarsa traspirazione durante l’attività fisica.

Scarpe, calze ed asciugamani: gli indumenti che piacciono tanto alle micosi.

Abbiamo visto che la prevenzione passa non solo per alimentazione e stile di vita ma anche per la scelta dell’abbigliamento. Questo vale anche per la scelta delle scarpe, che devono essere di ottima qualità, e per le calze, meglio se di cotone e cambiate con assidua frequenza. Questo perché la sudorazione del piede, dovuta spesso a un uso eccessivamente lungo della stessa calzatura, può accrescere la probabilità di contrarre ad esempio il tedia pedis, uno dei miceti più comuni.

Inoltre, nel caso di scarpe da ginnastica, è consigliabile evitare di lasciarle nella borsa dopo l’allenamento, è fondamentale farle asciugare all’aria aperta dopo ogni utilizzo. Allo stesso modo lavarle frequentemente a 60°, magari con l’aggiunta di un prodotto anti-batterico, sarà necessario per sconfiggere i batteri. Lo stesso vale per le calze, le borse da palestra o piscina e soprattutto l’asciugamano.