Dopo il terremoto di Santo Stefano 1115 sfollati nel catanese, oltre 2mila verifiche

Intanto nella zona dell’Etna la terra non smette di tremare. Lo sciame sismico prosegue e la struttura messa in campo resta attiva

Dopo il terremoto di Santo Stefano aumenta nel catanese il numero degli sfollati che raggiunge quota 1115.

In particolare, 319 sono quelli che hanno fatto ricorso a sistemazioni autonome e 794 quelli ospitati in alberghi convenzionati con la Regione Siciliana. Sono sempre due le persone ospitate in strutture pubbliche.

Per quanto riguarda la verifica degli edifici per l’edilizia privata le richieste salgono a 5.796, sono 2184 quelle gia’ eseguite. Le case inagibili sono 551 quelle parzialmente agibili 589 e 1044 quelle agibili. Edilizia scolastica controllate 60 scuole su 90: 42 sono agibili, 14 parzialmente inagibili 4 non agibili.

Intanto nella zona dell’Etna la terra non smette di tremare. Lo sciame sismico prosegue e la struttura messa in campo resta attiva.