Donne dominicane ‘importate’ in Europa per farle prostituire

Un’organizzazione che si dedicava allo sfruttamento della prostituzione e al traffico di droga è stata smantellata dalla polizia europea. In particolare, tale rete criminale introduceva in Europa – Spagna, Italia, Grecia soprattutto – donne dominicane, nella maggior parte dei casi molto giovani, e le costringeva a prostituirsi e a spacciare cocaina.

Durante l’operazione sono state arrestate 73 persone fra Spagna, Grecia e Turchia.

Le dominicane venivano fatte arrivare in maniera illegale in Grecia e in Turchia e dopo aver fornito loro documenti falsi venivano portate in Spagna e in Italia.

L’Europol durante l’operazione ha sequestrato oltre cinque chili di cocaina, oltre ai documenti falsi.

I criminali obbligavano ingannavano le donne con la promessa di un lavoro: le poverette venivano obbligate a pagare 10mila euro per il viaggio dalla Repubblica Dominicana al Vecchio Continente, ma una volta in Europa erano costrette dall’organizzazione a prostituirsi.