Davide Bifolco, Napoli insorge e le autorità restano a guardare (VIDEO) – di Leonardo Cecca

Costatando quanto sta avvenendo nelle manifestazioni, certamente non autorizzate, in quel di Napoli per la morte del giovane Davide Bifolco nelle quali vengono insultati sia lo Stato che le forze dell’ordine, viene da chiedersi in che razza di Paese siamo. Siamo in uno Stato civile ove le regole devono essere rispettate da tutti, oppure in uno Stato che si è venduto ai malavitosi che fanno quello che vogliono?

Negli ultimi anni vari personaggi, in particolar modo di Forza Italia, sono stati denunciati e condannati per aver organizzato manifestazioni civili senza la dovuta autorizzazione. L’onorevole Santanché ne sa qualcosa, ne ha una sfilza che vanno da quella per l’abolizione dell’uso del burqa a quella per danneggiamento, in quanto nella rimozione di un palco era stato tolto anche un palo. Roba degna di una puntata de "le comiche e cretinerie italiane".

Orbene, in quel di Napoli, sindaco, prefetto, questore e magistratura cosa fanno? Che siano in ferie, in quanto fino ad oggi si sa solo delle scempiaggini dei manifestanti, ma nulla degli atti dovuti delle autorità? Speriamo almeno che non siano ferie pagate.