Cresce il Pil, cala la disoccupazione. Renzi esulta

Numeri che piacciono molto al premier. “Un grande risultato – dice Matteo Renzi – ma non ci basta, vogliamo fare di più”

Numeri positivi per l’economia italiana da parte dell’Istat. Dati che piacciono molto al presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Nel terzo trimestre del 2016 il prodotto interno lordo (Pil) è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1% nei confronti del terzo trimestre del 2015. Non solo: calano i disoccupati, il tasso di disoccupazione risulta pari all’11,6%, in calo di 0,1 punti percentuali su base mensile.

Soddisfazione da Palazzo Chigi: “Oggi Istat ha ufficializzato che, per la prima volta dopo anni, la crescita negli ultimi 12 mesi ha raggiunto il più 1%. Un grande risultato, certo, ma non siamo soddisfatti: vogliamo fare di più”, scrive Renzi sulla propria pagina Facebook.

Poi aggiunge: “Il governo tecnico-tecnocratico nel 2012 ci aveva lasciato a un Pil del -2,3%. Adesso la macchina si è rimessa in moto. Ma pensate a quello che potremmo fare se avessimo un sistema meno burocratico. Se fossimo un Paese con meno burocrazia; se pensassimo più a correre che a ricorrere ai Tar, alle Corti, ai Tribunali; se avessimo meno politici e più buona politica: che paese straordinario potremmo essere! Anche per questo serve la Riforma, serve dire sì al futuro”.