COVID | Costa Rica e Panama, sì all’uso d’emergenza del vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech

Panama, paese da 4,2 milioni di abitanti, ha registrato 197.000 casi e 3.400 morti a causa del coronavirus. In Costa Rica, poco più di 5 milioni di abitanti, registrati finora 154.000 casi e quasi 2.000 vittime

Sì all’uso d’emergenza del vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech. Lo hanno annunciato i governi di Panama e Costa Rica, che preparano la campagna di vaccinazione per il primo trimestre del 2021.

Il ministero della sanità costaricano ha informato che Pfizer aveva presentato una richiesta di autorizzazione per l’uso del proprio vaccino lo scorso 13 settembre, accompagnata da un certificato abilitante emanato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti. La compagnia prevede di somministrare 1,5 milioni di dosi entro marzo dell’anno venturo, mentre il governo porta avanti ancora trattative con AstraZeneca e l’Università di Oxford per ottenere altre 500.000 dosi del loro vaccino per rafforzare la campagna. Il paese centroamericano di poco più di 5 milioni di abitanti ha registrato finora 154.000 casi e quasi 2.000 vittime.

Anche il ministero della sanità di Panama ha annunciato di aver approvato l’arrivo di tre milioni di dosi del vaccino di Pfizer e BioNTech che hanno ricevuto questo martedì autorizzazione per la campagna di vaccinazione d’emergenza che partirà a gennaio. Inoltre le autorità stanno negoziando l’acquisto di un altro milione di dosi del vaccino di AstraZeneca e prevedono di importare anche quello prodotto da Johnson & Johnson.

Panama, paese da 4,2 milioni di abitanti, ha registrato 197.000 casi e 3.400 morti a causa del coronavirus, e proprio in questi giorni sta vivendo il più alto picco di contagi da marzo scorso con più di 2.000 casi al giorno.