COVID | 186.740 nuovi casi, 468 le vittime

Sono in tutto 7.379.112 i guariti o dimessi, mentre sono 231.500 le persone diventate negative nelle ultime 24 ore (ieri 102.363)

Sono 186.740 i nuovi casi di positività al Covid-19 (ieri 77.696) e 468 i decessi (ieri 352) registrati in Italia nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal bollettino odierno del ministero della Salute. Dall’inizio della pandemia sono 10.212.621 le persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2, mentre da febbraio 2020 le vittime totali sono 144.343.

Sono in tutto 7.379.112 i guariti o dimessi, mentre sono 231.500 le persone diventate negative nelle ultime 24 ore (ieri 102.363).

Compresi quelli molecolari e gli antigenici, i tamponi totali processati sono stati 1.397.245, dunque 877.952 in più rispetto ai 519.293 di ieri. Il tasso di positività, ieri al 15%, oggi scende al 13,4%. Sul fronte del sistema sanitario si registra un aumento delle degenze in ogni area. Sono infatti +165 (ieri +235), per un totale di 20.027 ricoverati, i posti letto occupati nei reparti Covid ordinari. Sono invece +9 (ieri 0) i posti letto occupati in terapia intensiva. Il totale dei malati più gravi è ora pari a 1.694, con 130 ingressi in rianimazione (ieri 101).

Nuova impennata contagi Veneto,+24.312

Il Veneto si ‘risveglia’ dall’illusorio report del lunedi’ (appena 6.188 casi ieri) con un’altra impennata dei contagi +24.312 nel bollettino Covid di oggi. Una crescita attesa, in un report che ha riservato un’ulteriore sorpresa amara: la ripresa dei ricoveri ospedalieri in area non critica, +125, mentre e’ stato piu’ contenuto il rimbalzo nelle terapie intensive, +7. L’Agenas, nella propria analisi nazionale, segnala peraltro come il Veneto (alla data del 24 gennaio) avesse registrato una diminuzione nel tasso di pazienti Covid nei reparti ospedalieri (24%), rispetto ad una media del paese del 30%; in crescita invece la percentuale di posti occupati nelle terapie intensive (17%).

I morti dall’inizio della pandemia sono 13.008, mentre il numero totale degli infetti dall’inizio della crisi sanitaria sale a 1.064.030,; un dato comprendente anche 24.568 casi di re-infezioni, riconteggiati Pesante anche la contabilita’ delle vittime, +53,, anche se la Regione ha spiegato come si tratti di un dato dovuto gli aggiornamenti di decessi avvenuti in date precedenti. Quelli dell’ultimo giorno sono 14. La giornata si caratterizza, sul piano politico, anche per la presentazione del documento che le Regioni invieranno al Governo come piattaforma comune sulla quale impostare il confronto futuro sulla gestione della pandemia. Linee che il presidente del Veneto Luca Zaia aveva gia’ portato avanti in queste settimane. In sintesi le Regione chiedono di superare il sistema delle zone ‘a colori’ , di concentrare il tracciamento solo sui soggetti sintomatici, e di calcolare i ricoveri Covid escludendo i pazienti positivi in ospedale per altre patologie.

Per le Regioni va inoltre semplificata “la sorveglianza nelle scuole”, prevedendo – per non interrompere continuamente l’attivita’ didattica in presenza – di far applicare l’isolamento solo gli studenti positivi sintomatici.

IN LIGURIA 7.169 NUOVI POSITIVI E 32 DECESSI

Sono 7.169 i nuovi positivi al coronavirus in Liguria su un totale di 5.695 tamponi molecolari e 39.362 tamponi antigenici rapidi processati. Lo comunica la Regione nel consueto bollettino di aggiornamento sull’emergenza Covid. Aumentano gli ospedalizzati, in totale 802 (28 in più) con 39 pazienti in terapia intensiva di cui 25 non vaccinati e 14 vaccinati. Nelle ultime 24 ore sono state somministrate 15.522 dosi di vaccino. Le terze dosi somministrate in tutto sono 730.894. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 32 decessi. “Il dato è riferito a deceduti nei quattro giorni precedenti (dal 21 al 24 gennaio). Nel computo odierno dei deceduti figurano anche due persone mancate il 2 di gennaio”, specifica la Regione. Il bilancio delle vittime sale a 4.829 da inizio emergenza. Dei nuovi contagiati 4.165 sono in provincia di Genova, 1.128 nel Savonese, 915 nell’Imperiese, 907 nello Spezzino. Gli attuali positivi sono 61.264 in Liguria (532 in meno) con 7.669 nuovi guariti. In isolamento domiciliare 42.261 persone (2.608 in più). In sorveglianza attiva 13.561 soggetti.

CALABRIA, OGGI 1.256 POSITIVI SU 11.681 TAMPONI E 15 DECESSI

Oggi in Calabria si sono registrati 1.256 contagi da covid-19 a fronte di 11.681 tamponi esaminati, la percentuale di positività è stata del 10,75%. Rispetto a ieri il numero delle persone risultate positive è salito a 161.518, al momento in cura presso le strutture ospedaliere e in isolamento controllato vi sono 41.095 persone. Sono 465 (1,13% degli attuali casi attivi) i pazienti ricoverati in ospedale di questi 35 in terapia intensiva: 12 a Catanzaro, 13 a Reggio Calabria e 9 a Cosenza. Ne da’ notizia la Regione nel bollettino quotidiano sull’emergenza coronavirus comunicato dalla Protezione civile su indicazione delle Asp territoriali. I decessi sono 1.816 (+15 rispetto a ieri), le persone guarite sono salite a 118.607. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Catanzaro 332, Cosenza 128, Crotone 147, Reggio Calabria 315, Vibo Valentia 334, nessuno proveniente da Stato estero o altra Regione.

IN TRENTINO 2.740 NUOVI CASI E DUE DECESSI

Si registrano purtroppo due nuovi decessi da Coronavirus in Trentino: ne dà conto il bollettino odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Si tratta di un uomo over 80, deceduto in ospedale, e di una donna over 90: entrambi vaccinati e con patologie pregresse. Sul fronte dei contagi si registrano 2.740 nuovi positivi nelle ultime 24 ore su quasi 17.000 tamponi: sono 112 i casi positivi al molecolare (su 723 test effettuati) e 2.628 all’antigenico (su 16.231 test effettuati). I molecolari confermano anche 54 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Sul fronte ricoveri i pazienti attualmente in ospedale sono 170 (uno in più rispetto alle 24 ore precedenti), di cui 23 in rianimazione (-1 rispetto alle 24 ore precedenti). Nella giornata di ieri sono stati registrati 16 nuovi ricoveri e 14 dimissioni. I casi attivi nella nostra provincia sono 25.541 in calo di 860 sulle 24 ore precedenti. I nuovi guariti sono 3.594 e portano il totale da inizio pandemia a quota 86.863. Aumenta il numero delle classi in quarantena, ieri le classi con sospensione della didattica in presenza erano 492. Questa la distribuzione per fasce di età tra i nuovi casi intercettati: 138 tra 0-2 anni; 161 tra 3-5 anni; 242 tra 6-10 anni; 120 tra 11-13 anni; 144 tra 14-18 anni; 750 tra 19-39 anni; 858 tra 40-59 anni; 203 tra 60-69 anni; 64 tra 70-79 anni; 60 tra gli over 80. I vaccini hanno raggiunto quota 1.107.412, di cui 406.353 seconde dosi e 255.734 terze dosi.

IN BASILICATA 1.378 POSITIVI E UN DECESSO

Sono 1.378 i positivi al Covid in Basilicata su 7.709 tamponi molecolari e antigenici analizzati ieri 24 gennaio. Nella stessa giornata si sono registrate 1.155 guarigioni e il decesso di una persona residente a Lauria. In totale sono 90 le persone ricoverate negli ospedali lucani: 49 al San Carlo di Potenza, di cui 4 in terapia intensiva, e 41 al Madonna delle Grazie di Matera, di cui 2 in terapia intensiva. È quanto riportato dal bollettino odierno della task force della Regione.

Nel Lazio 278.577 casi positivi attuali, in totale 522.616 guariti e 9.699 morti

Ad oggi nel Lazio sono 278.577 gli attuali casi positivi al Covid-19, di questi sono 276.306 in isolamento domiciliare. Mentre 2.271 persone sono ricoverate, 206 delle quali sono in terapia intensiva. Infine, 9.699 persone sono decedute e 522.616 guarite. In totale sono stati esaminati 810.892 casi. Lo riporta il bollettino della Regione Lazio.