CORONAVIRUS | Viceministra Del Re: “Unità di crisi in costante contatto con Pechino per tutelare i nostri connazionali”

Intanto le autorita' sanitarie cinesi hanno dichiarato oggi che e' salito a 106 il numero delle vittime causate dal nuovo ceppo del coronavirus, e che il numero dei casi diagnosticati in tutto il paese e' salito a 4.515

Emanuela Del Re, Viceministro degli Esteri

Emanuela Del Re, viceministra agli Affari esteri, in un’intervista per “Radio anch’io” affronta il tema del tanto temuto coronavirus. L’Italia, spiega l’esponente del governo italiano, ha una unita’ di crisi eccellente in contatto costante con Pechino per tutelare nostri connazionali.

Le autorita’ sanitarie cinesi hanno dichiarato oggi che e’ salito a 106 il numero delle vittime causate dal nuovo ceppo del coronavirus, e che il numero dei casi diagnosticati in tutto il paese e’ salito a 4.515. Il numero di casi confermati sino alla mezzanotte del 27 gennaio salito a 2.714 nella provincia di Hubei, e in particolare 1.590 a Wuhan; nella provincia hanno perso la vita 100 persone, di cui 85 a Wuhan.

Secondo quanto riferito dalle autorita’ cinesi, l’Amministrazione nazionale cinese per l’immigrazione ha anche invitato le persone a riconsiderare i viaggi all’estero per ridurre i movimenti transfrontalieri come mezzo per contenere il nuovo coronavirus.

Le autorita’ della citta’ cinese di Tientsin hanno implementato misure nel tentativo di frenare la diffusione dell’epidemia e hanno ordinato la creazione di una singola struttura medica separata per combattere la diffusione dell’infezione.

Soggetti infettati dal nuovo ceppo del coronavirus sono stati individuati in Corea del Sud, Giappone, Taiwan, Vietnam, Cambogia, Singapore, Malesia, Thailandia, Nepal, Australia, Francia, Germania, Canada e Stati Uniti.