RAPPORTO UE | 2018 anno record per l’Erasmus: partiti in 850mila, italiani quarti

La meta preferita dagli studenti si conferma la Spagna, con oltre 51mila ragazzi accolti, seguita dalla Germania (34.539) e il Regno Unito prossimo alla Brexit (31.887)

Il 2018 e’ stato un anno record per Erasmus+: 850mila i partecipanti, di cui 340mila studenti universitari. Con un bilancio da 2,8 miliardi di euro, aumentato del 10% rispetto al 2017. Negli ultimi tre decenni, oltre 10 milioni di persone hanno partecipato a quella che, sottolinea Bruxelles, “si e’ rivelata per molti un’esperienza che ha cambiato la loro vita”.

Il rapporto annuale della Commissione Ue sul celebre programma Ue di studio all’estero parla chiaro. A partire sono stati soprattutto i giovani francesi (quasi 48mila partecipanti), seguiti da tedeschi (42.398), spagnoli (40.226) e italiani (38.682).

La meta preferita dagli studenti si conferma la Spagna, con oltre 51mila ragazzi accolti, seguita dalla Germania (34.539), il Regno Unito prossimo alla Brexit (31.887), la Francia (29.833) e l’Italia (27.945).

La presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ha dichiarato: “L’educazione non conosce confini! Oltre 10 milioni di persone hanno partecipato al programma Erasmus negli ultimi 32 anni. E’ un grande successo che apre la strada a una generazione di europei istruita, padrona del suo destino (empowered) e con la mente aperta. Una pietra angolare per costruire il futuro dell’Europa”.