CORONAVIRUS | Salvini: “Viviamo in una democrazia sospesa, è un regime informativo” [VIDEO]

E ancora: "E' una follia la sanatoria di 600mila migranti clandestini in Italia per farli lavorare nei campi. Noi ci opporremo"

Matteo Salvini interviene in diretta su Facebook per puntare il dito contro il governo: “Viviamo in una democrazia sospesa, viviamo in un regime informativo”, afferma il leader della Lega, che aggiunge: “Scendere in piazza non si puo’, ma c’e’ voglia di farsi sentire”.

“La reclusione forzata alla lunga rischia di essere insostenibile, crea danni irrecuperabili per gli anni a venire. Se non si fa ripartire il tessuto produttivo siamo finiti”.

E ancora: “E’ una follia la sanatoria di 600mila migranti clandestini in Italia per farli lavorare nei campi. Noi ci opporremo”. E sulle mascherine che sono introvabili ormai: “Dateci le mascherine! Non si trovano sotto gli alberi: le Regioni fanno il possibile pero’ da parte dello Stato almeno la fornitura a tutti delle mascherine sarebbe doveroso: se riapriamo ne servono 50 milioni al giorno”.

“Le imprese tedesche e francesi stanno facendo concorrenza sleale alle imprese italiane. Macron ha parlato di tornare all’indipendenza agricola, industriale e tecnologica francese. I francesi all’estero il loro interesse nazionale lo fanno e Francia e Germania si spartiscono il mercato europeo”.

Dunque ? “Non e’ possibile nei supermercati trovare ancora roba che arriva dall’estero: carne, latte, frutta e verdura. Mi appello alle grandi catene: compriamo italiano. Costa un centesimo in piu’? Ma si salva un posto di lavoro in più”.