CORONAVIRUS | Renzi: “L’emergenza durerà due anni, dobbiamo conviverci” [VIDEO]

Poi insiste con la proposta di riaprire tutto, o quasi: “Non penso e non credo che dopo il 13 aprile si possa andare avanti con un lockdown generalizzato”

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, in un video su Facebook avverte: l’emergenza coronavirus durerà un paio d’anni almeno, bisogna conviverci. Poi ribadisce: “Non penso e non credo che dopo il 13 aprile si possa andare avanti con un lockdown generalizzato”.

A chi lo accusa di “non rendersi conto” della gravità della situazione, vista la sua insistenza sulla necessità di riapertura delle attività economiche, Renzi ha replicato che “è vero l’opposto“.

“Se non ci rendiamo conto che il Covid durerà due anni, sbagliamo e questo è un disastro”.

La sua proposta, ha spiegato, è di concentrarsi non “su quale settore deve stare aperto e quale no, ma quale settore, e più correttamente, quale luogo è sicuro e quale no. Dobbiamo aprire i luoghi sicuri” ha aggiunto e non più “distinguere come si è fatto fino ad oggi sulla base delle categorie che devono stare aperte per forza”.

Renzi si schiera con le istituzioni europee e nega che stiano ostacolando la solidarietà nei confronti dei Paesi membri più colpiti dalla pandemia di coronavirus.

“Io non credo agli slogan dei sovranisti. L’Europa ci sta salvando, non è il nostro nemico. Senza l’Europa rischieremmo di non tornare a casa, senza la Bce avremmo fatto default”.

“L’Europa ha fatto molto, oggi 100 miliardi sulla disoccupazione (il piano per la cassa integrazione annunciato dalla presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen, ndr), immagino quanto sia felice Pier Carlo Padoan che di questa misura era stato un po’ il padre putativo”.