CORONAVIRUS | Di Maio incontra il Segretario di Stato Usa Mike Pompeo: “Ha apprezzato il modello italiano” [VIDEO]

"Con Pompeo – scrive ancora Di Maio - abbiamo parlato anche del caso Chico Forti". Si tratta di "un tema molto caro a me e a tutto il governo italiano. Ho ribadito che l'Italia continuerà ad impegnarsi con la massima forza, senza sosta, per riportare Chico in Italia"

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, ha ricevuto oggi alla Farnesina il Segretario di Stato degli Stati Uniti Mike Pompeo, ovvero il capo della diplomazia Usa.

Di Maio su Facebook ha ringraziato Pompeo “per questa visita molto apprezzata dal nostro governo e per aver riconosciuto il grande sforzo compiuto dall’Italia contro la pandemia”.

“Nel nostro incontro, ha espresso il suo apprezzamento per quello che tutti ormai considerano un modello virtuoso di risposta alla crisi sanitaria: il modello italiano”.

“Con Pompeo – scrive ancora Di Maio – abbiamo parlato anche del caso Chico Forti”. Si tratta di “un tema molto caro a me e a tutto il governo italiano. Ho ribadito che l’Italia continuerà ad impegnarsi con la massima forza, senza sosta, per riportare Chico in Italia”.

“L’Italia – scrive inoltre il ministro degli Esteri – ha dimostrato con i fatti di essere un Paese solido e forte. Di avere un governo che con responsabilità ha saputo superare momenti difficili. Ed oggi il nostro ruolo nello scenario europeo e internazionale è riconosciuto da tutti. Più si solidificano le nostre relazioni, più cresce l’Italia”.

“Ci siamo battuti – prosegue – per ottenere più risorse possibili dal recovery fund. Ci siamo riusciti. Stiamo lavorando per riuscire ad esportare sempre di più prodotti Made in Italy all’estero e stiamo contribuendo insieme ai partner Ue all’apertura di un processo di riconciliazione nazionale in Libia, al fine di garantire la nostra sicurezza nazionale e di tutta la regione”.

Inoltre, “crediamo fortemente nei valori condivisi delle grandi democrazie occidentali. Naturalmente, il nostro Paese è aperto a opportunità di sviluppo e crescita per rilanciare l’economia interna e dare ossigeno alle nostre imprese, soprattutto dopo la crisi derivante dalla pandemia. Ma il perimetro è sempre tracciato dai nostri valori euro-atlantici”, sottolinea il capo della Farnesina.