Comites, Di Stefano (Fi): interpellanza parlamentare su liste a Berlino

Fabrizio Di Stefano, deputato di Forza Italia, in una nota congiunta con il segretario nazionale del movimento Riva Destra, Fabio Sabbatani Schiuma, parla di Comites. In particolare, di ciò che sta accadendo, secondo alcune voci, a Berlino, in Germania.

Si legge nella nota: “In occasione delle imminenti elezioni dei Comites mi giunge notizia che per il distretto di Berlino-Brandeburgo il clima elettorale sarebbe già inquinato da vergognose diffamazioni, da gravi scorrettezze e, soprattutto, dal mancato rispetto delle procedure di legge: sto presentando in merito un’interpellanza urgente per conoscere se queste voci corrispondono al vero e nel caso, quali misure intendano mettere in atto gli organismi preposti, affinché il voto prossimo avvenga in modo trasparente e democratico, senza ingerenze".

"Mi risulta – continua la nota – che già nella presentazione delle liste, siano avvenuti fatti spiacevoli, con fogli in bianco e senza numeri progressivi, già oggetto di vibrate proteste presso l’ambasciata italiana, che, sono convinto, si adopererà con lo sforzo massimo, per garantire il buon corso della campagna e per ristabilire una par condicio tra le due liste che concorreranno. Soprattutto poi – conclude la nota – la lista ‘Italiani a Berlino’, rappresentata dal regista e produttore cinematografico Simone Orlandini, apartitica e peraltro composta da italiani residenti all’estero di diverse appartenenze politiche, non deve subire discriminazioni e violazione delle leggi, cosa che sembrerebbe sia già oggetto di denunce alla Procura della Repubblica da parte di chi le sta subendo per le ripetute violazioni della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea, all’articolo 21".