CITTADINANZA | Molteni (Lega): “Ius soli e ius culturae sono bandierine della sinistra”

“I minori stranieri hanno giustamente gli stessi diritti dei bambini italiani. A 18 anni una persona decide in maniera consapevole se prende la cittadinanza italiana oppure no”

Nicola Molteni, deputato della Lega, è intervenuto su Radio Cusano Campus e su ius soli e ius culturae ha detto: “In Italia una legge sulla cittadinanza esiste già. I minori stranieri hanno giustamente gli stessi diritti dei bambini italiani, non è negato assolutamente nulla e la cittadinanza non è uno strumento per integrare. Ius soli e ius culturae sono bandierine della sinistra. A 18 anni una persona decide in maniera consapevole se prende la cittadinanza italiana oppure no”.

La cittadinanza non si deve regalare, non è una concessione, ma è un atto che una persona maggiorenne può esercitare o meno in piena consapevolezza. Noi la legge sulla cittadinanza l’abbiamo cambiata affermando un principio, che se tu sei diventato cittadino italiano e commetti reati gravi come quelli di terrorismo la cittadinanza italiana la perdi”.

“La sinistra vuole cancellare la Bossi-Fini, i decreti sicurezza e approvare lo ius soli. Queste tre modifiche normative messe a fattor comune siano una sciagura per il nostro Paese. Loro stanno disapplicando il decreto sicurezza bis sul divieto d’ingresso tant’è che le ong hanno ripreso ad entrare e gli sbarchi aumentano. Pensano di fare un dispetto a Salvini, ma fanno un dispetto a milioni di cittadini italiani”.