Centrodestra, “Meloni e Salvini? Berlusconi unico leader”

“Salvini e Meloni sono risorse importanti, ma non possono avere l’ambizione di ambire alla leadership se non si federano con la parte più moderata rappresentata da Berlusconi”

Meloni e Salvini non sono in grado di rappresentare una leadership nel centrodestra. Solo Silvio Berlusconi può essere in grado di federare. Speriamo arrivi presto sentenza Strasburgo che lo riabiliti, così potrà tornare in tv. Berlusconi pensa ad una doppia moneta perché così l’Europa non ci piace. La Lega propone di uscire dall’euro, ma noi pensiamo che questo sarebbe troppo costoso per l’Italia”. Para Roberto Occhiuto, vicepresidente del gruppo di Forza Italia alla Camera, su Radio Cusano Campus.

Il ragionamento di Berlusconi su Calenda come leader del centrodestra. “E’ un’invenzione giornalistica quella di Repubblica – ha affermato Occhiuto -. Che tra i ministri di Gentiloni sia quello che spesso dimostra più buon senso e più capacità di intervenire è un fatto che gli va riconosciuto, ma non è assolutamente il candidato in pectore del centrodestra”.

“Il futuro leader del centrodestra deve essere uno che come Berlusconi sappia federare la destra più radicale con la sensibilità dei moderati – ha spiegato Occhiuto -. Finchè Berlusconi riesce a farlo meglio degli altri, credo che sia la persona maggiormente indicata a fare la regia del centrodestra. Basti vedere quello che ha fatto col referendum, quando è intervenuto in tv nell’ultima settimana ha spostato 5-6 punti a favore del no. Salvini e Meloni sono risorse importanti, ma non possono avere l’ambizione di ambire alla leadership e costruire un centrodestra vincente se non si federano con la parte più moderata rappresentata da Berlusconi”.

“Berlusconi è l’unico che sta cercando di riempire il centrodestra di contenuti – ha aggiunto Occhiuto -. Dobbiamo attendere che la sentenza di Strasburgo lo riabiliti, così potrà essere maggiormente presente in tv e Forza Italia riacquisterà consensi. E’ una grande giustizia che il leader d’opposizione del nostro Paese sia stato estromesso dal Parlamento e sia impossibilitato a guidare direttamente la coalizione di centrodestra”.

Europa. “Berlusconi pensa ad una doppia moneta perché così l’Europa non ci piace. La Lega propone di uscire dall’euro, ma noi pensiamo che questo sarebbe troppo costoso per l’Italia” ha affermato Occhiuto.