Caraibi, l’apertura Usa – Cuba non minaccia il turismo dominicano

Il vicepresidente esecutivo di Asonahores, Arturo Villanueva, ed il presidente dell`Associazione di Alberghi e Progetti Turistici dell`Est, Ernesto Veloz, hanno segnalato che il ristabilimento dei rapporti diplomatici tra gli Stati Uniti e Cuba non rappresenta una minaccia per l`industria turistica dominicana. 

Ambedue gli enti turistici considerano che questa scelta farà possibile un maggior flusso turistico nella regione dei Caraibi. “Non ci preoccupa la concorrenza turistica con Cuba, ora saranno più i turisti che verranno verso i Caraibi. La nazione dominicana concorre da qualche tempo fa con quel paese nel mercato europeo, perchè loro hanno un maggior investimento in promozione”, è stato detto da Villanueva.

Il manager di Asonahores ha manifestato che la Repubblica Dominicana concorre con il Messico, paese con i maggiori attraenti turistici dell`America Latina e dei Caraibi e nonostante sempre ha fatto bene il suo lavoro per quanto riguarda il turismo.

Lui stesso ha spiegato che questo nuovo programma di apertura tra gli Stati Uniti e Cuba costringe le autorità ed il potere esecutivo a rinforzare il sostegno del Ministero di Turismo alle iniziative di promozione turistiche e soprattutto le finanze, le quale non sono state aumentate negli ultimi anni.

Villanueva ha segnalato che Asonahores ha reclamato da qualche tempo l`aumento delle finanze assegnate alla promozione, soprattutto perche il Messico ha una politica molto forte per la promozione delle sue destinazioni turistiche.

“La concorrenza reale per noi sono quei paesi che si trovano nell`altra parte del continente americano, perchè noi facciamo concorrenza con Cuba e con il Messico da tanto tempo”, è stato affermato da Villanueva. Lui ha anche detto che il paese deve mantenere la sua politica di diversificazione dell`offerta turistica, perchè i mercati sono molto variabili.

Per quanto riguarda Cuba, lui ha detto che nonostante il rapporto di questo paese con la Russia, la nazione dominicana ha una maggior quantità di turisti russi ed al tempo stesso ha 18 voli settimanali diretti a quel paese europeo. Dalla sua parte Ernesto Veloz ha detto che Cuba è una gran concorrenza, ma lui pensa che il turismo dominicano abbia consolidato il suo prodotto, perciò loro non sono preoccupati per il nuovo panorama nel settore.