Brunetta e De Magistris: ‘Pd vicino al ko, tutta colpa di Renzi’

"Renzi ha messo la faccia sulle amministrative e gli sta andando male. Ormai tutti i sondaggisti ci dicono che i ballottaggi saranno una tragedia per il Pd". Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, in un’intervista a Radio Cusano Campus. "Molto probabilmente perdera’ Fassino a Torino, molto probabilmente Sala perdera’ a Milano, a Roma Giachetti ha gia’ perso, quasi certamente il Pd perdera’ a Trieste, ci sono buone speranze che il Pd perda anche nella roccaforte di Bologna, dove il candidato e’ un anti renziano, a Napoli il Pd ha gia’ perso non andando neanche al ballottaggio", ha aggiunto.  

"Queste amministrative per Renzi sono peggio delle regionali del 2000 per D’Alema, e allora, dopo la sconfitta D’Alema si dimise da presidente del Consiglio. Renzi adesso dice che se perde non si dimettera’? Beh, ha messo le mani avanti. Dal punto di vista politico invece lo dovrebbe fare. Ma lo faranno dimettere i suoi, la minoranza del suo partito. Dopo questa batosta il Pd sara’ morto, il Pd di Renzi sara’ finito, ko", ha concluso Brunetta. (ITALPRESS). ads/

"Il risultato disastroso del Pd a Napoli e’ una sconfitta del presidente del Consiglio che aveva messo la faccia". Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, commenta l’esito del primo turno delle amministrative che vede fuori dal ballottaggio la candidata del Pd Valeria Valente. De Magistris, intervenuto all’emittente radiofonica Crc, ha sottolineato che la situazione attuale del Pd napoletano "ricorda quella del 2011 con il fallimento delle primarie che apri’ la strada alla mia candidatura". Secondo il sindaco che punta alla riconferma a Palazzo San Giacomo, dal 2011 ad oggi nel Pd "non c’e’ stato il rinnovamento". "Il vero cambiamento – ha aggiunto – passa dalle idee e non verticalizzando la politica e in questo Renzi ha dimostrato di non essere un rottamatore ma un saldatore".

Il pensiero espresso da De Magistris e’ che il Pd cinque anni fa "avrebbe dovuto ammettere che avevano perso perche’ sbagliato nelle scelte, rinnovarsi e presentarsi a queste amministrative in modo piu’ concreto". E in merito all’annunciato commissariamento del Pd, De Magistris ha ironizzato affermando che "di regola sono allergico ai commissari che tende a nominare il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, soprattutto a Napoli, piuttosto che un commissario al Pd mi piacerebbe inviasse qui qualche poliziotto e qualche commissario in piu’ piuttosto che i commissari per la politica".