Berlusconi tace, Forza Italia in tilt: ecco che succede nel partito azzurro

Un agosto di silenzio per Silvio Berlusconi. Ufficialmente, il Cavaliere non parla. Ma pensa. E si consulta con i suoi. Tra i dubbi da sciogliere, il più pesante è quello che riguarda le mosse future da mettere in campo: ricostruire il centrodestra o grande coalizione con Renzi? La linea in Forza Italia non è chiara, al momento, e questo produce malumori all’interno del partito. Il futuro è sempre più incerto e i silenzi di Silvio non fanno altro che aumentare le fibrillazioni tra gli azzurri, a partire dai big fino ai peones, per arrivare alla base.

Il leader di Forza Italia ha promesso che da settembre tornerà in prima linea, in TV e sul territorio. E così tutti attendono la fine dell’estate per capire cosa accadrà e quali carte giocherà Berlusconi.

Forza Italia, prima delle ferie, ha incassato due scissioni, non senza dolore: quella dei Conservatori di Raffaele Fitto e dei verdiniani. Il peggio è che si preannunciano altre fuoriuscite, probabilmente a Montecitorio, dove l’ex ministro pugliese sta lavorando per costituire un gruppo autonomo e i fedelissimi di Verdini scalpitano per aderire al misto.

Forza Italia è data al momento tra l’8 e il 10%, percentuali bassissime, che non aiutano a rasserenare il clima che si vive all’interno del movimento. Dunque, la domanda che rimbalza nella testa di Silvio è anche quella che tanti azzurri hanno in mente: ricostruiamo il centrodestra con la Lega e gli altri o intavoliamo negoziati con Renzi, con la scusa delle riforme? Berlusconi al momento non decide e così la confusione aumenta.

Il Berlusca non ha comunque abbandonato l’idea dell’operazione ‘Altra Italia’, un movimento senza esponenti politici, qualcosa che fa pensare a una sorta di rottamazione di Fi (a cominciare dai seniores appunto) che diventerebbe una sorta di bad company. Anche se Silvio ha sempre negato, “non vi abbandonerò”, ha ribadito più volte rivolgendosi ai suoi. Ma la politica non conosce amici…

Certo è che mentre Silvio tace, Matteo Salvini è sempre più presente, sui media, sui social, ovunque. Cresce il consenso nei confronti della Lega, cresce il Matteo padano. Ma sarà davvero l’asse con la Lega il futuro del centrodestra? Oppure Forza Italia, o quello che sarà, deciderà davvero per un Nazareno bis? Al momento, una cosa sola è certa: come sempre, sarà Berlusconi ad avere l’ultima parola e a decidere quale strada scegliere.