Berlusconi: “Nessuna exit-strategy, Fi componente essenziale nel centrodestra”

Svendere Forza Italia? “Una fantasiosa ricostruzione del Fatto Quotidiano”, chiarisce il Cavaliere. “Forza Italia c’è e ci sarà anche in futuro”. “Le mie aziende? Godono di ottima salute”

Silvio Berlusconi prende carta e penna per smentire quanto scritto sul Fatto Quotidiano, secondo cui il Cavaliere vorrebbe “svendere” la sua creatura politica, Forza Italia.

Berlusconi, facendo riferimento al pezzo del Fatto, parla di “fantasiosa ricostruzione”, nella quale si mescolano “vecchi pettegolezzi con vere e proprie invenzioni”.

Ci tiene a far chiarezza, l’uomo di Arcore: “Non esiste alcuna ‘exit strategy’ di Forza Italia, ne’ alcuna trattativa con Salvini o altri, da parte mia ne’ di miei collaboratori, per la semplice ragione che non ce n’e’ bisogno: Forza Italia e’ oggi – e rimarra’ in futuro – una componente essenziale della coalizione di centro-destra”. E anche “il nostro progetto rivolto all”altra Italia’ e’ orientato a rafforzare, non certo a indebolire o a sostituire, l’area politica rappresentata da Forza Italia”.

Berlusconi tiene a chiarire anche alcuni aspetti che riguardano la sua famiglia: “Nessuno puo’ permettersi di equivocare sul bellissimo rapporto che ci unisce o di attribuirle un ruolo improprio: i miei cari mi sono sempre stati vicini con affetto ed anche con sofferenza di fronte alle persecuzioni giudiziarie di cui sono stato oggetto, ma si sono sempre tenuti ben lontani da qualunque pressione o indicazione sulle mie scelte in politica. Infine le aziende che ho fondato: godono ottima salute, non hanno alcun bisogno di garanzie per il futuro, perche’ sono sempre state garantite, con qualsiasi governo, dalla qualita’, dalla professionalita’, dal successo ottenuto. Si tratta – conclude il leader di FI – di imprese che costituiscono un grande patrimonio della nazione”.