Berlusconi, ‘governo addio se mi affossano’ (VIDEO)

Silvio Berlusconi interviene in collegamento telefonico con il direttivo dell’Esercito di Silvio riunito a Bassano del Grappa. Il Cavaliere chiarisce subito: se cado io, cade il governo. “Dopo 20 anni dalla mia discesa in campo si ripete la stessa situazione: tentano di nuovo di togliermi di mezzo attraverso misure giudiziarie che nulla hanno a che vedere con la democrazia. Ora si ripete ancora la stessa situazione: si cerca di togliere di mezzo il sottoscritto che per vent’anni e’ stato considerato ed e’ ancora considerato un ostacolo insormontabile dalla sinistra per tenere il potere". Per il leader del Popolo della Libertà, "sarebbe disdicevole se il governo cadesse, ma naturalmente non siamo disponibili a mandare avanti un governo se la sinistra dovesse intervenire su di me, sul leader del Pdl, impedendogli di fare politica”. Insomma, esecutivo addio se mi affondate: è questo il messaggio dell’uomo di Arcore. Silvio spera ancora, “al di la’ di tutte le dichiarazioni”, che “i signori del Pd abbiano senso di responsabilità e decidano in modo democratico. Staremo a vedere se questo accadrà".

"Abbiamo fatto le larghe intese, di pacificazione per vedere se si potesse mettere fine alla guerra civile, quella guerra fredda partita dopo il ’48: invece avete visto quel che e’ successo. Siamo ancora in mezzo al guado", sottolinea Berlusconi, che poi rivendica: "La cancellazione dell’Imu e’ una nostra vittoria, e’ merito tutto nostro e soltanto nostro".