Australia, pannelli solari: nuovo record di efficienza

Specialisti australiani di energia solare hanno raggiunto un livello record di efficienza, che potra’ rendere i grandi impianti solari piu’ competitivi delle fonti convenzionali di energia come il carbone. I ricercatori dell’Australian Centre for Advanced Photovoltaics dell’University of New South Wales in Sydney hanno conseguito un”efficienza di conversione’ del 40,4% usando celle solari disponibili commercialmente in combinazione con specchi e filtri che riducono la dispersione di energia.

Il risultato, sottoposto a verifica indipendente dal National Renewable Energy Laboratory in Usa, eclissa i record precedenti senza ricorrere a speciali cellule fotovoltaiche di laboratorio, non disponibili in commercio, ha detto il direttore del Centro, Martin Green, pioniere della tecnologia solare.

Altri pannelli solari di piu’ alta performance possono convertire finora in elettricita’ circa il 36% delle luce solare che ricevono. Il sistema prevede due fasi. Tre pannelli solari sono montati per catturare energia da differenti lunghezze d’onda di luce solare e quindi la luce in eccesso dai pannelli viene diretta da uno specchio e da filtri verso una quarta cella fotovoltaica che utilizza l’energia che altrimenti sarebbe scartata.

Il prossimo obiettivo e’ di aumentare i livelli di efficienza nei prossimi mesi al 42%, a circa meta’ del massimo teorico dell’86%. "In materia di energia solare siamo ancora ai tempi della carrozza a cavalli. C’e’ un enorme potenziale di miglioramento nell’efficienza", ha dichiarato al Sydney Morning Herald Martin Green, che ha criticato i tentativi del governo conservatore di Canberra di ridurre l’obiettivo del 20% di energia da fonti rinnovabili entro il 2020, stabilito dal precedente governo laburista. "Un atteggiamento positivo verso le energie rinnovabili darebbe impulso a tutte queste iniziative, mentre un atteggiamento negativo le sopprimerebbe", ha detto.