Arte, Sgarbi lancia rete gallerie in franchising: ‘Artisti e capre’

Una rete di gallerie d’arte in franchising, a basso costo, con la supervisione e la guida di Vittorio Sgarbi per, come si legge in una nota, rilanciare "l’arte in una versione popolare" e "la possibilità in questo periodo storico di aprire una nuova attività". Protagonisti dell’iniziativa "Artisti e capre" il noto critico d’arte, Michele Logiurato, amministratore di Franchising.it srl e l’artista e comico Charlie Gnocchi, Mr. Neuro di Striscia la Notizia. "Il compito di Sgarbi sarà quello di definire di volta in volta chi è l’artista e chi la capra, con la possibilità, ovviamente, per le capre di diventare forse qualcosa in più. Il progetto, ambizioso e innovativo, annovera tra gli obiettivi quello di aprire nel giro di un paio di mesi la prima galleria d’arte, sotto forma di affiliazione commerciale appunto, grazie al sostegno di Franchising.it, portale leader in Italia", sottolinea l’imprenditore pesarese, Michele Logiurato.

"L’arte non deve essere limitata a pochi, ma neanche espandere i propri confini a troppi, occorre dunque riconoscere ad ognuno la quantità d’arte di cui dispone, altrimenti si è costretti a vedere sempre gli stessi artisti e a mortificare moltissimi giovani esordienti" spiega Sgarbi da parte sua. E da dove iniziare a sviluppare la proposta? "Le piazze come luogo di aggregazione si sono svuotate – la precisazione di Charlie Gnocchi – e la gente si riversa nei centri commerciali. Qui è presente di tutto, come un bazar, ma effettivamente non è presente l’arte. In questo contesto la mission di ‘Artisti e capre – La bottega di Sgarbi’ sarà garantire all’ignara famiglia che visita il centro, l’opportunità di trovare, oltre alle sigarette elettroniche, all’ennesimo paio di scarpe o all’ultimissimo telefonino, anche un piccolo angolo in cui uno o più pittori espongono le loro opere".