Argentina, a novembre attività industriale -13,3% rispetto all’anno prima

A trainare al ribasso l'indice di novembre sono il settore tessile, crollo del 32,2 per cento, e metalmeccanico, -26,2 per cento

L’ultimo rilevamento mensile effettuato dall’Istituto nazionale di statistica (Indec), registra un calo del 13,3% per quanto riguarda l’attività industriale in Argentina, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Secondo i dati dell’indagine, risulta anche che a livello aggregato dei primi undici mesi si registra una contrazione del 3,8 per cento.

E’ un dato molto significativo, perché si tratta della flessione piu’ importante registrata dal 2009, e del settimo mese consecutivo di caduta dell’attività.

A trainare al ribasso l’indice di novembre sono il settore tessile, con un drammatico crollo del 32,2 per cento (-13,6 su undici mesi) e quello metalmeccanico, con il -26,2 per cento (-8,8 su undici mesi). Significativa la contrazione di novembre anche nei settori della gomma (-17,4 per cento), delle auto (-14,8 per cento) e dei materiali da costruzione (-10,5 per cento).

Su undici settori rilevati, solo due risultano con attivita’ in crescita: quello metallurgico di base (alluminio e acciaio crudo) con un +4,1 per cento su anno e un +10,9 per cento sugli undici mesi, e quello del tabacco con un +1,5 per cento a novembre ma un -6,3 per cento da gennaio a novembre.