Alfredo e Giovanni Romaniello, i fratelli che portano il made in Italy nel mondo

"La Qualità è il filo conduttore che lega ognuno di noi a una comunità, e in questo contesto è determinante diffondere le esperienze positive”

Gli emigranti di un tempo sono diventati imprenditori globali. E in fondo, a ben guardare, per riuscire bene in entrambi i ruoli servono tenacia, spirito di sacrificio, visione. Valori che Don Vincenzo Romaniello, emigrante in Germania nel dopoguerra, ha trasmesso ai figli Alfredo e Giovanni. Che con la Best Italian Selection, girano il mondo per portare ovunque il meglio del food made in Italy, dai prodotti alla cultura culinaria.

Con un payoff, “La Qualità siamo Noi”, che è la sintesi del pensiero imprenditoriale di quest’azienda.

“La Qualità è il filo conduttore che lega ognuno di noi a una comunità – dicono a La Repubblica, – e in questo contesto è determinante diffondere le esperienze positive, perché se le rendiamo visibili riusciamo a non avere più alibi”. Un approccio, quello della Best Italian Selection, che è molto concreto. Soprattutto quando si parla di clienti. Best Italian Selection accompagna nel mondo tante aziende italiane del food che vogliono allargare il proprio mercato.