128mila italiani hanno lasciato il Paese nel 2018

Il flusso è stato verso "195 destinazioni con una provenienza da 107 province. Si parte soprattutto dalle regioni del Nord con in testa Lombardia e Veneto, terza la Sicilia”

Delfina Licata, curatrice del rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes, a margine dell’assemblea della Consulta della Regione Campania per l’emigrazione, parlando con i giornalisti ha detto: “Per il secondo anno consecutivo dall’Italia sono partiti oltre 128mila connazionali, soprattutto nella fascia d’eta’, che si e’ notevolmente abbassata quest’anno, 18-34 anni”.

Il flusso e’ stato verso “195 destinazioni con una provenienza da 107 province. Si parte soprattutto dalle regioni del Nord con in testa Lombardia e Veneto, terza la Sicilia. Non sappiamo, pero’, quanti siano lombardi e veneti e quanti, invece, siano meridionali che dopo un primo percorso migratorio per motivi di lavoro o di studio devono oggi affrontare un nuovo percorso migratorio che li porta al di fuori dei confini nazionali”.

“Quando scendiamo a livello provinciale e comunale – conclude Licata – vediamo un’importante incidenza per quanto riguarda i territori del Centro e del Sud, comprese le isole”. La Campania “nell’ultimo anno ha visto partire 8mila persone”.