Gasparri (Fi), “difficile un Governo centrodestra – M5S”

“Non sarò presidente del Senato. “Sostengo con lealtà la candidatura di altre persone della nostra coalizione. Oggi sarà una giornata importante, ieri il centrodestra si è compattato”

Maurizio Gasparri è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus e sulla presidenza del Senato ha detto: “Non sarò presidente del Senato, anche se mi fa piacere essere evocato in qualsiasi tipo di rosa, dalla regione alla presidenza del Senato. Perché no alla guida della Nazionale di calcio? Meglio sdrammatizzare”.

“Sostengo con lealtà la candidatura di altre persone della nostra coalizione. Oggi sarà una giornata importante, ieri il centrodestra si è compattato, chiediamo a tutti di incontrarsi e di valutare in maniera trasparente le nostre proposte. La scadenza è prossima, è imminente, spero che oggi ci sia un dialogo. Un conto è l’elezione dei vertici di camera e senato, un conto è il Governo”.

Sugli eletti con il Movimento Cinque Stelle: “Mi chiedete se i grillini hanno cambiato atteggiamento? Io vedo un clima certamente diverso, basta ricordare la fase che abbiamo attraversato cinque anni fa. C’era un clima intorno ai palazzi di combattività, slogan, manifestazioni. Oggi stanno lì, adempiono tranquillamente le pratiche di accoglienza. C’è una trasformazione. Il clima mi sembra più normale”.

Sul Governo: “Vedo difficile un Governo centrodestra – Movimento Cinque Stelle. Non basta declinare dei principi generali condivisi da tutti. Ci sono differenze sostanziali, non dimentichiamo l’aggressività che hanno avuto in diverse occasioni. Questa ipotesi mi sembra altamente improbabile. E’ difficile un percorso che porti a una maggioranza composta da centrodestra e grillini”.