VENEZIA SOMMERSA | Franceschini: “Siamo in piena emergenza”. Attivata l’Unità di crisi [VIDEO]

“I tecnici della Soprintendenza di Venezia sono al lavoro in raccordo con la protezione civile e i carabinieri per la tutela del patrimonio e i vigili del fuoco"

Venezia sommersa. Dario Franceschini, ministro per i beni e le attività Culturali e per il turismo, fa sapere che il ministero “ha attivato sin dalle prime ore di allerta per l’acqua alta eccezionale a Venezia l’Unita’ di crisi per la verifica e la messa in sicurezza del patrimonio culturale”.

Parla di una vera e propria ”emergenza” l’esponente del governo e sottolinea: “i tecnici della Soprintendenza di Venezia sono al lavoro in raccordo con la protezione civile e i carabinieri per la tutela del patrimonio e i vigili del fuoco“. Al momento non si registrano problemi per le collezioni museali, ma solo danni agli impianti elettrici e idraulici e alle superfici.

Dalle prime notizie pervenute dalla Soprintendenza, il patrimonio culturale della laguna, che comprende le isole del Lido e di Pellestrina, Jesolo e Chioggia, “ha subito per alcune ore un’imbibizione di acqua salata e sporca che rischia di innescare fenomeni di degrado accelerato sui materiali delle murature e sulle superfici architettoniche”.

Intanto è previsto in Veneto, dopo il miglioramento di queste ore, l’arrivo di una nuova perturbazione: a partire dalla serata di giovedi’ 14 e per tutta la giornata di venerdi’ 15 sono previsti venti tesi, a tratti forti, di Scirocco sulla costa e sulla pianura veneta, in quota e sulle dorsali prealpine, dai quadranti meridionali.