Ungaro (Iv): “Mercoledì 27 alla Camera per una nuova rappresentanza degli italiani all’estero”

“La consistenza e il peso storico, sociale, economico della passata e della nuova emigrazione italiana giustificano l'istituzione di una commissione parlamentare di approfondimento”

Palazzo Montecitorio, sede del Parlamento italiano

I buoni motivi per una commissione bicamerale sull’emigrazione e la mobilità degli italiani nel mondo, secondo l’On. Massimo Ungaro, Italia Viva, eletto nella ripartizione estera Europa.

“Mercoledì 27 novembre – ore 14.30 – alla Sala Stampa della Camera dei deputati con Laura Garavini, Nicola Caré – assieme a tutti gli altri colleghi parlamentari eletti all’estero in questa legislatura – presenteremo la proposta di legge bicamerale e bipartisan per l’Istituzione di una Commissione parlamentare sull’emigrazione e la mobilità degli italiani nel mondo”, annuncia Ungaro.

“La consistenza e il peso storico, sociale, economico della passata e della nuova emigrazione italiana giustificano l’istituzione di una commissione parlamentare di approfondimento. Tanto che, come riporta anche il puntuale Rapporto della Fondazione Migrantes 2019, gli iscritti nell’anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) sono in continua ascesa e hanno ormai superato la soglia dei 5 milioni e 200mila individui. E l’attuale mobilità italiana continua a interessare prevalentemente i giovani. Numeri, aspetti demografico-sociali spesso poco conosciuti anche dalla politica nostrana. Infatti lo dimostra anche la disinvoltura con cui si è drammaticamente tagliata la rappresentanza democratica degli italiani all’estero con la recente riforma costituzionale. Di questo e dei tanti legittimi motivi per una commissione bicamerale sull’emigrazione e la mobilità degli italiani nel mondo parleremo alla Camera”, conclude.