SUPER GREEN PASS | Tasso (MAIE): “Certificato rende sani? Messaggio sbagliato”

“Un errore è stato quello di far passare o non contrastare efficacemente il messaggio che il green pass ci avrebbe fatto vivere fra persone sane e non contagiose, mentre sappiamo benissimo che esso non è un certificato di immunità e non contagiosità”

On. Antonio Tasso

“Una criticità palese è stata quella derivata da una informazione asfissiante e fuorviante che ha creato problemi in chi, semplice cittadino, ne ha subito l’impeto. Non sapendo contestualizzarli, quindi interpretarli, ha finito per assumere reazioni e atteggiamenti talvolta eccessivamente imprudenti o impauriti. Un errore è stato quello di far passare o non contrastare efficacemente il messaggio che il green pass ci avrebbe fatto vivere fra persone sane e non contagiose, mentre sappiamo benissimo che esso non è un certificato di immunità e non contagiosità, ma semplicemente una convenzione per indicare che si sta seguendo un protocollo vaccinale”. Così Antonio Tasso, deputato di MAIE – PSI – Facciamoeco, durante l’esame alla Camera dei Deputati del disegno di legge di conversione del decreto n. 172 del 2021 in materia di super green pass, già approvato dal Senato.