STRAGE IN TEXAS | Almeno 21 morti, 19 sono bambini

L'autore, che secondo le autorità risponde al nome di Salvador Ramos, è morto e si ritiene abbia agito da solo

Strage alla Robb Elementary School a Uvalde, in Texas. Al momento si contano almeno 21 morti, 19 bambini e due adulti. L’autore, che secondo le autorità risponde al nome di Salvador Ramos, è morto e si ritiene abbia agito da solo.

Stando al governatore del Texas, Greg Abbott, il 18enne sospettato aveva frequentato la Uvalde High School. E, secondo fonti della Cnn, prima di dirigersi alla scuola elementare avrebbe sparato alla nonna, ricoverata in ospedale in condizioni critiche.

Una fotografia di due fucili semiautomatici in stile AR15 è stata pubblicata tre giorni fa su un account Instagram collegato al 18enne che ha sparato. L’immagine è stata postata come storia dall’utente ‘salv8dor’, appartenente al presunto assalitore, Salvador Ramos, come confermato da vari suoi compagni di scuola. Ramos è stato ucciso dalle forze dell’ordine intervenute sul luogo della sparatoria. La pagina TikTok di Ramos, aggiunge Cnn, contiene solo un post su un gioco online, mentre nella bio sotto l’immagine di profilo si legge: “I bambini nella vita vera abbiano paura”.

Secondo quanto riferito, due fucili d’assalto sono stati acquistati in un negozio nella contea di Uvalde il giorno del suo compleanno.

ARCOBELLI (CGIE): NOSTRE PREGHIERE A FAMIGLIE VITTIME

“La popolazione di Uvelda, e dello Stato del Texas e’ sconvolta per la strage. Le nostre preghiere vanno alle Famiglie delle vittime, e all’intera comunita’ di Uvelda. La comunità italiana in Texas è cresciuta negli ultimi anni, ed in molti mi hanno espresso il loro dolore e tristezza per l’orribile accaduto”. Così il messaggio che Vincenzo Arcobelli, consigliere CGIE e Presidente del Comitato Tricolore degli Italiani nel Mondo, ha trasmesso al Governatore e alle Autorita’ Texane.