Roma, Marino: ‘più vicini alla gente, ascoltiamo i cittadini’

Ignazio Marino, sindaco di Roma, questa mattina all’Esquilino ha dato il via al primo appuntamento del tour del camper "Lo dico al Sindaco". "L’amministrazione – ha spiegato il primo cittadino della capitale – vuole essere presente in tutti i municipi e in tutti i quartieri. Il modo migliore è andare senza rete e ascoltare la gente, dalla signora che con giusta passione ci fa vedere la buca davanti casa, agli operatori del mercato che lamentano l’orario di pulizia di Ama".

L’iniziativa toccherà i vari territori della città per raccogliere le segnalazioni e idee per promuovere iniziative. "L’idea che abbiano sviluppato è che sia importante non solo attendere le lettere e le email, ma anche metterci la faccia ed andare dalle persone ad ascoltare il loro disagio per studiare insieme le soluzioni. Oggi dal dialogo appassionato con i cittadini sono emersi problemi ma anche le potenziali soluzioni".

Nelle ore del mattino il sindaco, accompagnato dal vicesindaco, Luigi Nieri, dalla presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, e dai cittadini stessi, ha visitato i giardini di piazza Vittorio e alcune strade limitrofe. Un lungo giro iniziato tra i banchi del mercato coperto, dove ha ascoltato altre segnalazioni dei commercianti.

I prossimi appuntamenti del camper "Lo dico al sindaco" saranno nel II Municipio il 2 luglio, nel III Municipio il 9 luglio e nel IV Municipio il 16 luglio.

"Nun te fa infinocchia’ che qui fino a ieri era tutto sporco" ha gridato uno dei proprietari dei banchi prima che Marino si avvicinasse a lui per ascoltarlo. Poi si e’ spostato lungo i portici, dove una signora gli ha segnalato la sporcizia e la presenza di buche, per arrivare ai giardini di Piazza Vittorio, luogo di accampamento per molti senzatetto dove lì fanno anche i loro bisogni, episodio riscontrato dallo stesso sindaco con i suoi occhi nel corso del suo giro, con un uomo di mezza età trovato a fare i suoi bisogni su un albero della piazza, fermato e identificato dalla stessa scorta di Marino.

"In questa meravigliosa piazza ci sono delle splendide risorse – ha commentato -. L’Enpam ha dato la disponibilita’ ad aprire un ambulatorio in piazza con i suoi fondi. Questo potrebbe dare duplice risposta: sia al disagio sociale che al problema igienico sanitario, con la presenza di bagni che riuscirebbero a prevenire deprecabili fenomeni, come quello visto questa mattina, con persone che orinano all’aperto". "Pulizia strade e riorganizzazione del lavoro di ama e decoro urbano sono le priorita’ per questo rione. Stiamo cercando di far funzionare con massima efficienza la macchina, che fino ad oggi e’ stata gestita con altri obiettivi. In pochi anni sono state assunte 1432 persone e ogni giorni di registra tra i dipendenti Ama il 20% di assenteismo".