Ristoranti italiani all’estero, Antonella Rebuzzi (Ciao Italia 2.0) inizia tour in Europa

Per conto dell’Associazione Ciao Italia 2.0, il Presidente Onorario senatrice Antonella Rebuzzi, il 21 giugno 2015, ha iniziato un giro per l’Europa per approfondire i desiderata dei soci. La senatrice ha iniziato con la Svizzera, incontrando i ristoratori italiani, il rappresentate del Comites dei quattro cantoni (Lucerna), Cav. Nicola Colatrella, sempre accompagnato dal socio di Ciao Italia 2.0, Giuseppe Farinato.

L’incontro con gli ospitanti ha evidenziato le necessità e le esigenze dei soci ristoratori, fra le quali migliorare l’immagine dell’italianità all’estero, tutelare l’originalità della cucina italiana all’estero, contatti con mamma Italia, sia per acquisire nuove idee e metodi, che per tenere alta la qualità della cucina Italiana.

Sia la nuova Ciao Italia 2.0 un punto di riferimento, che possa fornire ai soci innovazione e sicurezza e sostegno, con una organizzazione sempre più efficace.

La pseudo cucina italiana all’estero rovina sempre di più l’immagine italiana, ed i ristoratori e rivenditori di prodotti italiani fanno fatica a difendere il made in Italy. Per questo hanno bisogno un supporto dall’Italia, sia dalla sede centrale Ciao Italia 2.0 sia dal Governo.

Gli italiani all’estero si aspettano che Ciao Italia 2.0 con la veterana Presidente Lorella Del Grosso e il Presidente onorario Senatrice Antonella Rebuzzi, possano fare pressione sul Governo Italiano, affinché possa agevolare l’esportazione dei prodotti italiani, non solo per paesi europei, ma anche per Paesi non aderenti all’EUR, che sono sempre i primi ad essere penalizzati.

Per aiutare la Ristorazione Italiana all’estero sono importanti gli addestramenti professionali, corsi di specializzazione del personale, corsi di economia e di gestione per i proprietari, per evitare cattive sorprese economiche.

Il rappresentate del Comites ha manifestato nell’occasione le lacune e le problematiche dei consolati Italiani in Svizzera, che vivono di volontariato e non sono più sostenuti dallo Stato Italiano.

La Senatrice Rebuzzi nella sua visita in Svizzera conclude il suo viaggio a Thalvil (ZH) con l’incontro di Albano Carrisi, che “con un bicchiere di vino ed un grissino, si torna almeno alla felicità”. Per fortuna gli italiani sono forti e rimarranno “in piedi” anche dopo queste bufere. Prossima tappa Francia.

Il Presidente Ciao Italia 2.0, Lorella Del Grosso