Riforme, Valeria Fedeli (Pd): vogliono fare cadere il governo

"Spero che non facciano valere la forza dei numeri, ammesso che i numeri non ci siano", "non capisco il costante ‘no’ che alcuni senatori della minoranza Pd continuano a dire". E’ il messaggio che Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato, invia alla minoranza del Pd in una intervista al Quotidiano Nazionale.

E alla domanda se vi sia un problema di rappresentanza di interessi diversi risponde: "Significherebbe che qualcuno sta pensando non solo di uscire dal Pd ma di far saltare questo governo. Capisco che l’opinione pubblica, davanti a certi comportamenti, possa pensarlo però sarei profondamente delusa da chi mettesse in atto certe suggestioni".

Sottolinea che "si deve trovare un accordo", "avere un Senato delle autonomie è un fatto di straordinaria modernità". E sulla minaccia del milione di emendamenti in aula commenta: "Mi auguro che Calderoli ci ripensi. In ogni caso, utilizzeremo tutti gli strumenti che il regolamento mette a disposizione per superare l’ostruzionismo, compreso il metodo del canguro: il voto su uno, annulla quello sugli altri simili".