Riforme, Grillo: con parlamentari nominati democrazia sparita

Renzi "non e’ eletto da nessuno, e’ dentro un Parlamento di nominati, fa un Senato di nominati, ma dov’e’ la democrazia? Si sono incazzati anche i vecchi costituzionalisti, hanno espresso un parere e io ho concordato che e’ giusto. La democrazia sta sparendo, anzi e’ gia’ sparita. Si tratta di riprenderci questa parola". Cosi’ Beppe Grillo, in un video sul suo blog, rispondendo da Catania alla troupe di Servizio Pubblico in merito alla riforma del Senato.

Poi, ha agiunto: "la democrazia nel Movimento c’e’, facciamo le cose, si vota nella rete, dico un parere ma posso essere smentito. Sbaglio, sbagliamo per gli altri ma stiamo tentando un’operazione mai fatta. Chi e’ che oggi vota nel mondo da casa i candidati? Io avevo 170 candidati nelle mia circoscrizione – ha spiegato riferendosi alla scelta per le europee – si sono ridotti a 15, li ho guardati e ne ho votati 3 da casa senza dare un euro. L’anno scorso gli aventi diritto al voto erano 40mila oggi sono circa 100mila, gli iscritti si sono raddoppiati".