Rieti, arriva il Premio Poggio Bustone – di Beatrice Boero

Il Premio Poggio Bustone sbarca a Rieti. Avrà lo splendido scenario del Teatro Flavio Vespasiano reatino, un vero e proprio gioiello di acustica, la dodicesima edizione di questo prestigioso appuntamento. Nove gli artisti che porteranno il 22 aprile prossimo, alle ore 22, i propri sogni e la propria creatività su questo prestigioso palco. Si tratta di: Alessia Arena, Andrea De Balsi, Anna Nani, Antipodi, Cristiana Verardo, Livio Livrea, Mielagro, Nico Maraja, Paolo Longhi.

In giuria saranno presenti: il Presidente Detto Mariano, compositore e arrangiatore e cittadino onorario di Poggio Bustone per la sua straordinaria carriera artistica, ma anche per il suo ruolo cardine nella carriera di Lucio Battisti. E poi: Anonimo Italiano, nome d’arte di Roberto Scozzi, cantautore e musicista romano.

Nella sua carriera ha raggiunto due dischi di platino per Anonimo Italiano e Buona fortuna. Parteciperà Fabrizio Bondi, autore di colonne sonore e, più in generale, di musica per l’immagine; Massimo Rossi, musicista professionista, organizzatore di eventi e fra i protagonisti del reatino; Simone Cocciglia, artista già vincitore del Premio 4Arts al Poggio Bustone 2013 con Enti Serpenti. “Quest’anno, la ricchezza musicale, dei colori, la molteplicità dei generi delle proposte che porteremo sul palco è veramente marcatissima-afferma Maria Luisa Lafiandra, direttore artistico del Festival-.Ed offre il segno di una crescita musicale che effettivamente serpeggia fra gli artisti di oggi: sempre di più, i cantautori dimostrano di aver ascoltato tanta musica e tanta musica differente”.

Rimane forte il legame affettivo con Poggio Bustone, città natale di Lucio Battisti che, naturalmente è sempre un importantissimo punto di riferimento per il Festival e per tutti coloro che attraversano l’Italia per parteciparvi: “Mostreremo a tutti i ragazzi che saranno al Festival i luoghi di battistiana memoria- precisa la Presidente dell’Associazione Musicale Poggio Bustone Gabriella Rinaldi-.E’ una tradizione per il Festival a cui siamo affezionati…”.

Come per le edizioni precedenti la Fondazione Varrone metterà a disposizione una borsa di studio di mille euro per premiare la migliore Personalità artistica. Fra i principali obiettivi di questo appuntamento con la nuova creatività, la valorizzazione delle capacità di artisti, singoli o band, meritevoli per le loro qualità musicali, artistiche, letterarie ed interpretative. Il Festival è organizzato dall’Associazione Musicale Poggio Bustone con il Patrocinio del Comune di Poggio Bustone e del Comune di Rieti. L’ingresso è libero.