Repubblica Dominicana prima economia dei Caraibi, ma l’Italia se ne va – di Ricky Filosa

Si avvicina ogni giorno di più la chiusura dell’ambasciata italiana a Santo Domingo. Una sede diplomatica che per anni ha rappresentato l’Italia nell’area dei Caraibi e in un Paese, la Repubblica Dominicana, sempre più lanciato verso crescita e sviluppo. Il governo guidato da Matteo Renzi, con la Farnesina governata dal ministro Federica Mogherini, ha deciso che a Santo Domingo non è più necessario avere una ambasciata: nascondendosi sempre dietro la spending review, l’attuale esecutivo non ha capito che all’Italia costerà molto di più abbandonare i Caraibi che mantenere l’ambasciata nella RD. Non ha capito che nascondersi dietro ragioni di bilancio, quando in realtà si tratta di chiare scelte politiche, è inutile e dannoso, oltre che stupido, per l’Italia e per gli italiani che vivono e lavorano nell’isola caraibica.

IL MAIE CENTRO AMERICA CONTRO LA CHIUSURA DELL’AMBASCIATA: LA MANIFESTAZIONE

Nella Repubblica Dominicana decidono di trasferirsi sempre più italiani. Perché? Oltre alla qualità e al costo della vita, oltre alle bellezze naturali che offre, l’isola caraibica ha permesso a tanti connazionali di realizzare il proprio sogno imprenditoriale. E così oggi, in tutta l’isola, è un boom di ristoranti, pizzerie, pasticcerie, parrucchieri, hotel, negozi di abbigliamento… tutti italiani e tutti gestiti da connazionali che hanno deciso di iniziare una nuova vita nell’isola Hispaniola.

LA RD CONTINUA A CRESCERE Dicevamo che la RD continua a crescere. Il Caribbean Journal in uno dei suoi recenti articoli parla delle economie caraibiche più forti ed emergenti. E sapete qual è il Paese al primo posto della classifica? Proprio la Repubblica Dominicana, secondo l’ultimo aggiornamento stilato dal Fondo Monetario Internazionale. Pensate: la proiezione dà un aumento del PIL relativo all’economia dominicana (nel 2014) del 5,3% e dà previsioni del tasso di crescita dello stesso PIL del 4,2% nel 2015. Una crescita media in due anni del 4,75%. Roba che in Italia ce la sogniamo.

UN GOVERNO CHE NON PENSA Chissà se questi dati sono conosciuti da Matteo Renzi e Federica Mogherini. Chissà se il nostro governo capisce l’errore che l’Italia sta facendo. In fondo, non c’è bisogno di un genio per capire l’idiozia che si sta commettendo abbandonando a se stessa una comunità italiana di oltre 50mila persone, ma soprattutto rinunciando a tutte quelle opportunità di investimento che solo la Repubblica Dominicana, con le sue bellezze naturali, con la sua burocrazia ridotta ormai quasi a zero, con il suo costo del lavoro assai più accessibile rispetto al nostro, può dare a un Paese come l’Italia. Purtroppo, spesso chi ci governa non è in grado di comprendere ciò che risulta ovvio a ogni cittadino comune dotato di buon senso. E intanto lo Stivale affonda e il Sistema Italia all’estero, che tanto è costato costruire, viene distrutto senza pietà.

Twitter @rickyfilosa